Vog, metà stagione col segno più

Pag2taglio-foto-533x400.jpg

Bene raccolta e vendite. Nuovi mercati in India e Sudamerica

L’articolo Vog, metà stagione col segno più è un contenuto originale di Terra e Vita.

Giro di boa per la stagione melicola del Vog. Il raccolto del Consorzio si è attestato su 627mila tonnellate di frutta da tavola, facendo registrare un +2% rispetto al raccolto della stagione precedente. Le singole varietà hanno dato risultati differenti: se le Gala hanno segnato un -4%, salgono invece le Golden con un +6% e le Braeburn con una crescita del 10%. Il calo più consistente si è avuto nelle Fuji (-22%), nelle Granny Smith (-8%) e nelle Morgenduft (-16%). Dopo un avvio campagna tranquillo nei mesi di settembre e ottobre, a novembre e dicembre i mercati hanno segnato una buona ripresa. «Con l’inizio del nuovo anno, ci troviamo perfettamente in linea con il nostro piano di vendita – afferma Gerhard Dichgans, direttore del Consorzio Vog –. Anche in questo caso, le singole varietà hanno mostrato performance diverse. Benissimo le Royal Gala e le Red, dove le vendite a dicembre hanno superato le attese. Risultati secondo le previsioni per le vendite di Fuji, Braeburn e Granny. Sotto tono solo le Golden, che pagano lo scotto della chiusura dei mercati di esportazione, specialmente Egitto e Maghreb».
I ricavi dalle vendite si muovono su un livello uguale o di pochi centesimi superiore a quello dello scorso anno, con la eccezione positiva delle Gala, per la quale la grande domanda dei mercati ha dato spazio a qualche ritocco più importante sulle quotazioni. Le vendite del Vog sul mercato italiano e nelle destinazioni europee procedono come da programma. Buono l’andamento verso la Spagna e, sorprendentemente, anche le esportazioni verso Sudamerica e India.

Per informazioni:
VOG
www.vog.it