Un convegno a Spello sull’olio nella storia

orospello2016-600x335.jpg

Sabato 19 novembre presso la Sala dell’Editto del Palazzo Comunale nell’ambito della alla 55° edizione della ‘Festa dell’Olio’ di Spello (Pg)

L’articolo Un convegno a Spello sull’olio nella storia è un contenuto originale di Olivo e Olio.

Un olio a tutto tondo, protagonista a 360° di una delle kermesse più antiche della penisola. Nel cuore dell’Umbria, la ‘Festa dell’Olio’ di Spello (Pg) è giunta infatti alla 55° edizione e, quest’anno, si appresta a marcare un deciso rinnovamento: «La scommessa? Valorizzare ogni sfumatura che si ricollega al mondo dell’olivo e dell’olio, a partire dalla coltivazione per giungere sino alla tavola – dice Irene Falcinelli, assessora alla Cultura e al Turismo della cittadina umbra -. Da qui l’idea di trasformare la ‘tre giorni’ di metà novembre (18-19-20) in una kermesse in grado di richiamare un pubblico eterogeneo, dagli ‘addetti ai lavori’ alle famiglie, ai gourmet». Ai primi, in particolare, è rivolto il convegno di sabato 19 presso la Sala dell’Editto del Palazzo Comunale (moderato da Dulcinea Bignami, giornalista Edagricole), che indagherà il ruolo dell’olio nella storia sotto diversi aspetti: dalle tecniche di coltivazione, all’utilizzo in cucina (dall’età romana ai giorni nostri), alla simbologia liturgica, al ruolo nella critica gastronomica.
Per tutti, invece, il ricco calendario di eventi dedicati alla cucina: si parte venerdì con le cene ‘in contemporanea’ nei ristoranti del borgo antico: ognuno accoglierà uno chef o un relatore ospite, in arrivo da fuori regione. Nella mattinata e nel pomeriggio di sabato si susseguiranno gli show-cooking nell’Atrio della Sala della Volta in piazza della Repubblica mentre, nel pomeriggio, a misurarsi con le ricette a base d’olio saranno gli allievi degli istituti alberghieri umbri, davanti a una giuria di chef e critici gastronomici.
Alla sera di sabato, invece, il classico appuntamento con le ‘cene dei Terzieri’, ognuno dei quali unirà l’olio alle tradizioni gastronomiche e ricette di una regione italiana: si parte quest’anno con l’Umbria, la Campania e il Piemonte. Domenica, l’olio sarà protagonista di un evento solidale, il cui ricavato sarà devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto: si tratta dell’Amatriciana e della Gricia solidale, che tutti i cuochi ospiti della rassegna prepareranno nella piazza antistante il municipio. Si chiude con la tradizionale sfilata dei carri a tema, con gli ulivi e gli attrezzi agricoli.