Trincia semovente John Deere 8600i

A un anno dalla presentazione ufficiale, vediamo finalmente lavorare la nuova trincia 8000 di John Deere. Siamo andati alla scoperta…

John Deere era l’ultimo costruttore del mercato a dover ancora fare un salto di qualità sulle trinciacaricatrici, per adeguarsi ai nuovi standard della concorrenza. Pur essendo, infatti, molto avanzata tecnologicamente per l’analisi qualitativa del trinciato, la serie 7700 risultava piuttosto arretrata sotto alcuni aspetti meccanici e idraulici. Il divario è stato senza dubbio colmato con la nuova gamma 8000, progetto su cui John Deere ha investito moltissimo: arrivando a dedicarvi un padiglione riservato presso lo stabilimento tedesco di Mannheim.

Non è un caso, dunque, che alla presentazione ufficiale, avvenuta nella primavera del 2014, la 8000 abbia subito fatto parlare di sé. Sono piaciute, infatti, alcune soluzioni adottate per rimediare ai punti deboli della serie precedente: pensiamo, per esempio, al sistema di estrazione del rompigranella, adesso basato su un paranco elettrico che rende possibile l’operazione da parte di un solo uomo; oppure alla nuova trasmissione idraulica, o ancora alla cabina, resa più ampia e luminosa, anche perché è la medesima delle mietitrebbie della serie S. È rimasto invece sostanzialmente invariato tutto il settore dell’analisi qualitativa del prodotto, un aspetto per cui John Deere è, come abbiamo scritto all’inizio, all’avanguardia.

Visualizza l’articolo completo

Vai all’edicola di Macchine e Motori Agricoli


Pubblica un commento