SPECIALE LEGNO-ENERGIA

Una filiera in cerca d'identità
raccoltaGrano3.JPG

Rinnovabili, senza decreti attuativi troppe incertezze per le imprese

La legge finanziaria per il 2008 (Legge 24 dicembre 2007 n. 244) e il decreto Collegato (Legge 29 novembre 2007 n.222 di conversione del decreto legge 159/2007) avevano introdotto alcune novità importanti relativi all’incentivazione della produzione di energia elettrica da impianti alimentati da fonti rinnovabili. Per il settore agricolo tali novità avevano una rilevanza particolare, in quanto introducevano il certificato verde “agricolo” e il conto energia “agricolo”.

Per quanto concerne il certificato verde “agricolo” la normativa in vigore stabilisce che due sono le condizioni per ottenerlo:

1) che le biomasse e il biogas derivino da prodotti agricoli, da allevamento e forestali, inclusi i sottoprodotti (residui colturali, ramaglie e potature, liquami zootecnici);
2) che questi prodotti siano ottenuti nell’ambito di un’intesa di filiera o contratto quadro o nell’ambito di filiere corte, cioè ricavati entro un raggio di 70 km dall’impianto che li utilizza per produrre energia elettrica.

Si stabilisce inoltre che l’incentivazione, a condizione cha la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili sia stata autorizzata dopo il 31122007, avviene in due modalità a seconda della potenza elettrica installata:

– per impianti di potenza elettrica superiore a 1 megawattattraverso il rilascio di certificati verdi pari all’energia prodotta moltiplicata per un coefficiente di 1,8 per un periodo di 15 anni;
– per gli impianti di potenza elettrica non superiore a 1 megawatt, in alternativa ai certificati verdi e su richiesta del produttore, attraverso una tariffa omnicomprensiva(parte incentivante + valore per cessione dell’elettricità) pari a 0,30 €/kwh per un periodo di 15 anni (conto energia “agricolo”).

Tuttavia, pur evidenziando l’encomiabile intento del legislatore nel promuovere le agroenergie connesse all’attività agricola da filiera corta, offrendo opportunità di sviluppo e reddito diversificato alle imprese agricole, non si può non deprecare la mancanza dei decreti attuativi necessari alla piena applicazione delle novità introdotte. Decreti che dovevano vedere la luce entro sessanta giorni dall’entrata in vigore della Finanziaria e dei quali, invece, si intravede a mala pena una debole traccia in lontananza.

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Il successo dei biocarburanti passa da mercato e sostenibilità

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

EMILIA ROMAGNA. Regole più semplici per i nuovi impianti tra 250 kW e 1 MW

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

FOTOVOLTAICO. Boom di impianti ad agosto 1.965 installazioni

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Il digestato non è un rifiuto ma un ottimo fertilizzante

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Azienda dimostrativa Vallevecchia. Agricoltura ed ecologia a braccetto

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Combustibili legnosi, un progetto per promuoverne la diffusione

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Dalla Lombardia il listino “ad hoc” relativo alla filiera legno/energia

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Anche le biomasse legnose sono un sistema agricolo

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Dall’Ungheria un prototipo per raccogliere pioppo Srf

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Luci e ombre nella destinazione del sorgo a scopi energetici

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Per la raccolta del sorgo da fibra serve un condizionamento spinto

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Combinata di eolico e solare per alimentare la cantina

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Un bilancio energetico positivo a un anno dall’avvio dell’impianto

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)

Produrre energia da biogas con le sole deiezioni suine

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 397 Kb)


Pubblica un commento