SPECIALE LAVORAZIONE E SEMINA

trattori_ALavoro_Mantovani.jpg

Risparmiare energia, e non solo

La soluzione per ridurre i consumi, soprattutto nel caso delle lavorazioni, è da ricercare nella precisione con cui si compiono le varie passate

 

Per motivi che ci sono ignoti, la caduta a precipizio del dollaro e il concomitante incremento del prezzo del petrolio non vengono quasi mai posti in correlazione, forse per non illuderci sul fatto che anche il petrolio, come tutte le altre risorse naturali, è disponibile in quantità limitata ed è pertanto destinato a esaurirsi nel giro di qualche decennio.
D’altra parte l’economia ci insegna che quando si riduce l’offerta di una merce il suo prezzo aumenta, ma in misura molto maggiore dell’effettiva diminuzione del quantitativo disponibile: il fenomeno segue una logica che non appartiene alle scienze esatte, ma alla natura stessa dell’uomo, che è portato ad apprezzare le cose solo dopo che le ha perdute. Tuttavia, è un dato di fatto che ormai il biglietto verde valga circa la metà della moneta europea e poiché il petrolio si paga prevalentemente in dollari, la quotazione del barile è salita in modo esponenziale, tanto che gli analisti più pessimisti – quelli che a fine 2007 davano per scontato lo sfondamento del tetto dei 150 dollari entro il 2008 – ora hanno spostato la linea rossa oltre i 200.


Scarica l’articolo completo (file .pdf | 1,2 Mb)
 

 

Tecnica condizionata

A volte gli agricoltori pensano che le conquiste dell’agronomia non abbiano valore scientifico assoluto, ma possano essere adattate al mutare dei tempi

 

La scienza non dovrebbe avere diverse chiavi di lettura, in quanto rappresenta lo strumento per descrivere e capire i fenomeni: c’è, si aggiorna continuamente, ma non è come una sagoma flessibile da usare a proprio piacimento per giustificare una scelta piuttosto che un’altra. Naturalmente, se ne parliamo, vuole dire che di personaggi, che si richiamano alla scienza per dare una parvenza di serietà ad affermazioni poco chiare sul piano concettuale e ancor meno chiare su quello delle motivazioni, ce ne sono in giro parecchi.
Queste strane interpretazioni vengono chiamate in causa con maggiore frequenza quando si verificano fenomeni che turbano il mercato e spostano la convenienza economica, contribuendo a intorbidare le acque e portando gli agricoltori a pensare che anche le conquiste dell’agronomia non abbiano un valore scientifico assoluto, ma possano (debbano…) essere adattate al mutare dei tempi.


Scarica l’articolo completo (file .pdf | 362 Kb)

 


Pubblica un commento