SPECIALE ISTITUTI AGRARI

L'agricoltura di domani
strutture_Pierini.jpg

Un’offerta formativa stabile e più diversificata

Il processo di mondializzazione dell’economia rende il sistema produttivo di ciascun Paese sempre più esposto alla competizione internazionale. Competitività del sistema delle imprese che è l’elemento di sopravvivenza delle economie dei Paesi industrializzati. Un contesto nel quale l’innovazione tecnologica e l’investimento nello sviluppo del capitale umano sono fattori indispensabili per il rilancio del sistema produttivo. Una consapevolezza che ha portato il sistema delle imprese, dal settore industriale a quello manifatturiero e agricolo, a modificare profondamente l’approccio con la formazione.

Un processo determinato da due fattori: l’importanza che assume la formazione sul lavoro anche attraverso processi di alternanza studio-lavoro; il continuo “slittamento” dell’istruzione tecnica e professionale verso una formazione generalista. Una tendenza, quest’ultima, che si è fatta strada nell’opinione pubblica e che ha condotto ad un costante aumento delle iscrizioni nei licei a scapito dell’istruzione tecnica.

DA FORMAZIONE SPECIALISTICA A FORMAZIONE GENERALE

Negli ultimi venti anni si è sviluppata una tendenza a spostare l’asse della formazione verso la cultura generale e le famiglie non sono state aiutate a comprendere che una buona scelta professionale vale molto di più di una modesta formazione generalista.

Per esempio, la comunità politica e l’opinione pubblica, nonostante le retoriche ambientaliste, non appaiono avere compreso fino in fondo il nesso tra agricoltura e ambiente nonché i profondi cambiamenti delle imprese agricole. Una realtà dinamica e vitale che si lega ai prodotti tipici e di eccellenza, ai moderni processi di trasformazione alimentare e alla tutela della salute, alle biotecnologie, alla difesa e alla tutela dell’ambiente. Un settore che necessita sempre di più di ricerca e innovazione tecnologica e di quadri e tecnici intermedi di alto profilo professionale.

Uno scenario che interessa tutti i settori e che obbliga a discutere sulle capacità del nostro sistema di istruzione, e dell’istruzione tecnica e professionale in particolare, di dare risposte adeguate nel campo delle applicazioni ad alto contenuto tecnologico.
 

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 401 Kb)

 

Un piano di studi e un tecnico a misura di territorio

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 189 Kb)

Organizzazione dei moduli e delle aree di progetto

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 303 Kb)

I caratteri distintivi delle discipline di base

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 63 Kb)

Le valutazioni e le verifiche per formare il diplomato ideale

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 69 Kb)

SameScuole: un progetto formativo di grande successo

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 711 Kb)

Gli istituti suddivisi per regione

Scarica l’articolo completo (file .pdf | 129 Kb) – Indice
Scarica l’articolo completo (file .pdf | 3 Mb) – Elenco


Pubblica un commento