Psr Campania

Aiuti all’ammodernamento estesi a florovivaismo e zootecnia
fiori.jpg

Su proposta dell’assessorato regionale all’Agricoltura della Campania, i servizi della  Commissione europea hanno infatti approvato le modifiche al bando della misura del Psr "Ammodernamento delle aziende agricole" per estendere ulteriormente i benefici di quest’intervento alle  filiere produttive del florovivaismo e della zootecnia.

Per la filiera florovivaistica, le possibilità di accesso ai benefici sono state estese anche alle aziende agricole ricadenti negli ambiti dei territori dei comuni di Sant’Antonio Abate e  Santa Maria la Carità, che risultavano precedentemente esclusi. Si tratta di territori dove il comparto floricolo concorre in  maniera significativa a creare e mantenere nel tempo  opportunità di impiego e di reddito con produzioni di grande  pregio commerciale molto richieste dal mercato. 

Per quanto  riguarda, invece, la filiera zootecnica le modifiche approvate  consentono di ampliare le possibilità di sviluppo per gli  insediamenti produttivi delle aziende della Piana del Sele e  parte della provincia di Caserta. Anche in questo caso, si  tratta di territori dove il settore della zootecnia, in  particolare attraverso gli allevamenti del comparto bufalino, concorre in maniera significativa alla produzione di reddito e  di opportunità di lavoro.

Il bando della Misura 121 "Ammodernamento delle aziende  agricole" – si sottolinea in un comunicato – è una delle  azioni più significative e importanti del Programma di Sviluppo  Rurale 2007-2013. Essa può contare su risorse pari, complessivamente, a 516,5 milioni di euro (metà dei quali  provenienti da fondi pubblici e metà da privati). Una misura  di sostegno allo sviluppo che privilegia la realizzazione di  progetti per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente e il  miglioramento dell’efficienza energetica delle imprese agricole.

"Con questo provvedimento, rendiamo più efficace una delle  misure più importanti contenute nel Psr, sostenendo lo sviluppo  due settori – il florovivaismo e la zootecnia – altamente  strategici per la nostra agricoltura", afferma l’assessore  regionale Andrea Cozzolino. "Ora dobbiamo continuare a  lavorare, insieme alle organizzazioni di settore, agli enti  locali e agli operatori per migliorare e accelerare gli  investimenti e sostenere le aziende e i lavoratori nei loro  progetti di crescita e di sviluppo", conclude Cozzolino.


Pubblica un commento