Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 17 al 23 dicembre)

TV1_GranoTenero.jpg

Grano tenero, solo coperture tecniche

Italia

Gli scambi restano limitatissimi alle sole coperture “tecniche”. Lo scenario è da settimane in equilibrio con domanda poco preoccupata di coprirsi e offerta conscia che si è raggiunto il livello di prezzo della campagna. Richiesti grani con “basso P/L” e alto proteici a parzialmente sostituire i costosi grani Usa-Canada. Le Borse anticipano le feste e riportano quotazioni con minime variazioni di prezzo in aumento per le origini Centro Europa (1-3 €/t).

 

Duro, domanda svogliata

Italia

Passano le settimane ma il mercato non cambia, con la domanda interna molto svogliata e l’offerta che preme, ma stenta a collocare il suo prodotto. Le prospettive sono per una paziente attesa del nuovo anno e per le scelte di “prezzo” dei grani extra-Eu (=Canada e Australia). Le semine restano l’argomento principale con chi dichiara cali, ma le alternative sono poche e si continua a seminare anche utilizzando semente non certificata:le aree perse sarebbero quelle più marginali. Le borse continuano a quotare invariati al Nord e il CentroSud domanda bassa qualità.

 

Mais, domanda ancora attendista

Italia

Continuano i segnali di pesantezza e nonostante l’inverno la domanda è attendista, ben sapendo che è la strategia migliore. I volumi disponibili restano ampi e la concorrenza estera aggressiva, anche se non è esclusa una certa volatilità di prezzo nelle prossime settimane. Bologna, dopo un simbolico -0,5 €/t, ha trovato un invariato che al momento è in linea con le attese.

 

Cereali foraggeri e oleaginose

Italia

Cereali foraggeri: nulla cambia da parecchie settimane con sporadici scambi, stante la scarsa domanda e l’evidente concorrenza delle origini Eu-27.

Oleaginose: l’andamento incerto e volatile dei mercati esteri impone lievi aumenti; resta il differenziale di prezzo con Milano a premio su Bologna di oltre 10€/t.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento