Olio d’oliva: ad Andria il premio Biol

ulivo_albero.jpg

Ad Andria (Bari) è in corso la 14/ma edizione del Premio internazionale Biol, la manifestazione dedicata all’olivicoltura biologica che durerà fino al prossimo venerdì 24 aprile.

Dopo l’inaugurazione entra in scena la Giuria internazionale degli assaggiatori – una ventina di esperti giunti da Giappone, Stati Uniti, Spagna, Slovenia, Croazia, Tunisia, e Italia – che valuterà i migliori fra i 370 extravergini provenienti da 18 Paesi.

I giurati premieranno oltre che il migliore olio biologico dell’anno, assegneranno anche il «Biolpack» (il premio dedicato al packaging), il «Biolblended» oltre ad altri riconoscimenti speciali.
Nella prima sessione anche la giuria il BiolKids composta da bambini della quinta elementare che, insieme con igiurati internazionali, assegneranno il proprio riconoscimento agli oli.

Della rassegna farà parte anche il BiolMuseo dell’Olio di Oliva "Terre di Traianò" che raccoglie in tre ampie sale circa 800 pezzi: macine, presse, macchinari, lampade e lucerne, contenitori, ferri, oliere di vari tipi, e ceramiche, ampolle, immagini, saponi, unguenti e profumi all’olio di oliva.Venerdì è prevista si svolgerà la cerimonia conclusiva.

Il Premio Biol (www.premiobiol.it) è patrocinato da Ifoam e Ministero delle Politiche Agricole, e si svolge con la collaborazione, tra gli altri, della Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Città di Andria, Comune di Monopoli, Aiab Puglia, Iamb, Icea – Istituto Certificazione Etica e Ambientale, Consorzio Puglia Natura.


Pubblica un commento