Maschio Gaspardo inaugura il nuovo stabilimento produttivo a Chisineu Cris in Romania

DSC_0621-800x6007.jpg

Venerdì 21 ottobre 2011
 

Il gruppo Maschio Gaspardo, leader mondiale nella costruzione e nella progettazione di macchine agricole per la lavorazione del terreno, semina e pulizia del verde, ha inaugurato il nuovo sito produttivo di Maschio Gaspardo Romania a Chisineu Cris nella regione rumena di Arad.

Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza del ministro della Cultura Giancarlo Galan, dell’ad del gruppo Maschio Gaspardo, Mirco Maschio, del console generale d’Italia a Timisoara, Stefano Mistretta, del presidente di Confindustria Romania Territoriale, Timis Gilberto Tiveron, del Sindaco di Chisineu, Cris Gheorghe Burdan e di altre importanti rappresentanti Istituzionali del paese balcano.

Con questo nuovo sito produttivo il gruppo padovano, che rafforza la presenza nell’Area dell’Est Europa, prosegue il proprio percorso di crescita attraverso un piano di investimenti finalizzati al miglioramento della capacità produttiva, della qualità dei propri prodotti e all’espansione in campo internazionale.

Con un investimento complessivo di 5 milioni di euro è stato costruito un nuovo sito produttivo, ampliando quello esistente per un totale di 7.000 mq, per accogliere il modernissimo impianto automatico di verniciatura a polvere e liquido e sono state acquistate nuove macchine con tecnologie all’avanguardia per la produzione come robots di saldatura, per il taglio della lamiera con la tecnologia laser e macchine per le lavorazioni meccaniche.

Le nuove tecnologie innalzeranno la qualità e l’efficienza produttiva della fabbrica rumena, implementando gli standard qualitativi e quantitativi, e permetteranno di avere un forte sviluppo commerciale in Romania e nei paesi dell’Est Europa, in particolare la Russia.

«La controllata rumena è un presidio cruciale per lo sviluppo internazionale del gruppo nel florido mercato dell’Est Europa – ha commentato l’amministratore delegato Mirco Maschio –  in quanto situata in una regione al confine con l’Ungheria e gode quindi di una posizione strategica. In queste aree la meccanizzazione dell’agricoltura ha ampi margini di crescita e il settore primario, per le amplissime distese di terreno che queste regioni hanno a disposizione, ha prospettive di sviluppo straordinarie. Quest’anno – ha proseguito l’ad – l’azienda ha già pianificato una chiusura di bilancio con un fatturato sul territorio romeno di 8 milioni di euro e 10 milioni di export per un totale di 18 milioni, in crescita di oltre il 38% complessivamente. Con questi numeri diventiamo il primo costruttore di attrezzature agricole in Romania».

Il presidente Egidio Maschio e il vicepresidente Giorgio Maschio hanno commentato: «i mercati internazionali chiedono standard competitivi crescenti di giorno in giorno, per questo non possiamo mai smettere gli investimenti orientati allo sviluppo di tecnologie produttive e di qualità. Il nuovo impianto di verniciatura in Romania innalzerà ancora di più lo standard di qualità del prodotto Maschio Gaspardo in tutto il Mondo».

Maschio_stabilimento_romania

 

Maschio_stabilimento_romania

 


Pubblica un commento