La crisi morde i consumi di Dop e Igp

formaggi.jpg

La crisi morde il mercato nazionale dei prodotti Dop e Igp e i consumi domestici nella grande distribuzione (che copre il 58% delle vendite) sono in calo nel primo semestre del 2009 del 2,9% in quantità e dell’1,8% in valore. È quanto risulta dai dati Ismea Nielsen diffusi nel corso del Sana, il salone internazionale dei prodotti naturali, che si è svolto alla Fiera di Bologna dall’11 al 13 settembre.

Nel settore dei prodotti a marchio Ue l’Italia continua a vantare il primato con 182 riconoscimenti per un fatturato alla produzione di 5,2 miliardi a fine 2008. Ma la crisi economica incide negativamente sugli acquisti delle famiglie. Il dato del primo semestre in volume rivela un’attenuazione del trend negativo già registrato a fine 2008, quando i consumi di prodotti tipici segnavano una discesa del 4,3 per cento. In termini monetari c’è invece un peggioramento rispetto allo scorso anno, che registrava un aumento del 2% a causa della crescita dei prezzi medi al dettaglio.

Al calo in quantità, sottolinea Ismea, hanno contribuito quasi tutti i comparti, in particolare quello frutticolo
che ha risentito della flessione produttiva della Mela Val di Non a causa delle forti grandinate che si sono verificate nella campagna 2008-09.


Pubblica un commento