Cereali. Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 5 all’11 Novembre 2010)

Grano_Tenero_ok.jpg

Frumento tenero, tutte le classi in deciso rialzo

Italia

la notizia è che l’Europa esporterebbe circa un milione in più di grano rispetto alle attese e di conseguenza l’offerta francese e tedesca si rafforza.
I molini cercano delle coperture per i prossimi mesi e l’offerta ritrova tono.
L’offerta locale di grani di forza esteri extraEu è limitata e il mercato paga ben oltre le quotazioni ufficiali delle mercuriali.
Milano (+4 €/t) e Bologna (+ 56 €/t) ne prendono atto e tornano al rialzo per tutte le classi.

 

Duro, il mercato tiene

TV_10_46_Grano_Duro

Italia

lo scenario resta confermato con la domanda che di fatto impone quotazioni al tendenziale ribasso e i mercati che, consci della situazione mondiale non rassicurante, decidono di passare quotazioni “invariate”.
Si parla di cali delle semine 2010 e possibili deficit di approvvigionamento se mai il Canada restasse attendista, ma nel complesso l’offerta è ben presente e fatica a trovare la domanda.
Gli arrivi di merce estera correggono la qualità del nazionale, ma le coperture dei molini tendono a calare e le prospettive a breve sono per una sostanziale tenuta del mercato.

 

Mais, borse ancora in aumento

Italia

le notizie dalle Americhe influenzano le borse europee e italiane.
L’offerta dalle origini europee e dal Mar Nero restano limitate ed i detentori tornano a posizioni di difensivaattesa con la domanda che torna a premere.
In regime di volatilità di prezzi le borse italiane sono al rialzo: Milano consolida un + 4€/t e Bologna un + 6€/t; da settimanemais e cereali a paglia all’unisono.

 

Cereali foraggeri e oleaginose

Italia

Cereali foraggeri: il prezzo del mais e l’inesistente offerta del Mar Nero sostengono le quotazioni.
I teneri tornano al rialzo (+6 €/t a Bologna) come il sorgo bianco (+6€/t) e l’orzo (+5 €/t). In attesa delle aste di orzo comunitario il corso resta ben tenuto e la domanda fatica a trovare costanza di offerta.
Oleaginose: l’inatteso calo delle stime produttive Usa e la perdurante domanda asiatica danno impulso ai mercati: Milano vede il nazionale a + 5 €/t, Bologna già “quota le notizie” : il nazionale + 9 €/t e l’estero + 15 €/t.

 

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html

 


Pubblica un commento