Cereali. Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 24 al 30 giugno 2010)

TV26_GranoTenero.jpg

Grano tenero a rischio pregerminazione

Italia

I mercati continuano a non quotare in attesa che si dipanino i dubbi sulla qualità del nuovo raccolto. L’alternanza di piogge e sole potrebbe innescare la pregerminazione con conseguenze negative per la qualità. La domanda è corta e inizia a credere che sia il momento di coprirsi soprattutto per i grani “speciali”: dal biscottiero al tenero di forza austro-tedesco, ma si incontra pochissima offerta e per di più solo estera. Milano e Bologna mantengono le quotazioni anche se a breve i prezzi potrebbero rafforzarsi.

 

Duro debole sulle proteine

Italia

Il mercato sconta le notizie che arrivano dai primi tagli al Sud che confermerebbero un raccolto con qualità media e proteina inferiore alle attese. Con una produzione a ridosso dei 4 mio/t, ma non perfetta, la domanda si orienta all’acquisto del vecchio raccolto alto proteico che nei pochi scambi guadagna “ufficiosamente” un 5-10 €/t, stante il differenziale con la merce estera di pari qualità ancora più cara del nazionale. Milano e Bologna quotano l’invariato, ma già dalla prossima settimana si potrebbe vedere un primo rialzo.

 

Mais, l’offerta tiene la posizione

Italia

Il clima delle ultime settimane ha favorito un sensibile miglioramento dello stato vegetativo. L’ampia offerta europea e il prezzo degli altri cereali a paglia potrebbero imporre nel breve periodo una revisione al ribasso delle quotazioni. L’offerta tiene la posizione e le piazze del Nord ratificano degli “invariati” che confermano il momento di attesa prima del nuovo equilibrio.

 

Cereali foraggeri e oleaginose

Italia

Cereali foraggeri: con l’arrivo dell’orzo 2010 il mercato si consolida ulteriormente in un clima di estrema calma. Oltre all’europeo si registra anche una buona offerta di foraggeri esteri e questo detta alle nostre borse il “non quotato” con prospettive di un 2010/11 immutato rispetto all’attuale.

Oleaginose: mercato in controtendenza rispetto all’internazionale che vede un calo di 2 €/t sulla piazza di Bologna e un -3 €/t a Milano.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento