Cereali. Prezzi nazionali e mondiali a confronto (dal 13 al 19 maggio)

TV20_GranoTenero.jpg

Frumenti teneri di forza “a buon mercato”

Italia

Si conferma un clima di mercato senza significativi segnali di cambiamento. Domanda e offerta dialogano, ma in un contesto dove un’improbabile ripresa del corso dovrà coinvolgere l’Europa e il commercio estero. I mercati europei si apprezzano per la domanda di grani di forza che a causa dell’euro debole sono più a buon mercato del canadese di un 40-45€/t. Intanto progredisce il nuovo raccolto, ma restano dietro l’angolo i rischi di attacchi fungini.

 

Grano duro congelato

Italia

Si conferma un mercato in distonia con l’Europa e il resto del mondo. Gli invariati sulle principali piazze sono la conseguenza di una ridottissima domanda che di fatto ne congela le quotazioni e di un’offerta che qualitativamente non è idonea al mercato del Magreb (nda.max. 25% di chicchi bianconati) e perde la possibilità di beneficiare della debolezza dell’euro. Lo stato vegetativo del nuovo raccolto, fatto salvo il rischio derivante dalle malattie fungine, è promettente ma non si concretizzano vendite di rilievo.

 

Mais sempre in stand-by

Italia

Dopo una lieve flessione il mercato si stabilizza con domanda e offerta che trovano ragioni calmieranti nell’andamento colturale europeo e nella soluzione delle vertenze trasporti. I detentori sono cauti nell’offrire i volumi 2009 in attesa che si chiarisca la prospettiva d’esportazioni europea. Bologna e Milano registrano due “invariati” che rispecchiano il momento di attesa, anche se il differenziale di prezzo tra il “partenza” Francia e la Granaria resta ampio sui 30€/t.

 

Cereali foraggeri e oleaginose

Italia

Cereali foraggeri: si consolida sulle principali piazze l’equilibrio tipico della congiuntura di campagna. Tenero, orzo e sorgo restano “invariati” e la tendenza sembra essere duratura. La domanda trova l’offerta europea ben presente e l’offerta locale si allinea all’Europa.

Oleaginose: la soia prende 7-10€/t sulle piazze del Nord più per effetto €/$ che per il mercato mondiale.

 

Il commento completo sui prezzi europei e mondiali su Terra e Vita.
Per abbonarsi: http://www.agricoltura24.com/agricoltura/p_1076.html


Pubblica un commento