Suinicoltura. A Italpig il convegno “La redditività dell’allevamento suinicolo”

Appuntamento in fiera la mattina di venerdì 29 ottobre
allevamentoMaiale4.JPG

La prossima edizione di Italpig, il Salone nazionale della suinicoltura, è in programma a Cremona dal 28 al 31 ottobre 2010. Un appuntamento che, dicono da CremonaFiere, «si qualifica come il principale marketplace italiano. E che quest’anno verrà preso come banco di prova dagli operatori esteri per testare in modo capillare il mercato nazionale».

La seconda di queste frasi di presentazione ricorda come partecipare a Italpig possa risultare utile non solo per motivi direttamente commerciali, ma anche per “conoscere”, cioè per fare il punto sulle dinamiche produttive e di mercato del comparto suinicolo. Informazioni che scaturiranno non soltanto dagli incontri tra visitatori ed espositori, tra gli stand, ma anche classicamente dall’offerta convegnistica della fiera.

Ora, uno dei convegni di Italpig (venerdì 29 ottobre mattina, presso la Sala Guarneri della Fiera di Cremona) sembra particolarmente importante per capire dove stia andando il comparto: è un convegno che discuterà del problema numero uno per il comparto suinicolo: la redditività dell’allevamento. Vi seguirà una tavola rotonda, denominata “Stati generali della suinicoltura italiana”, che avrà lo scopo di approfondire un paio di aspetti particolari della discussione aperta con il convegno: in che modo le dinamiche di filiera possono interagire appunto con la redditività, in che modo l’allevatore può divincolarsi dai costi medi, dai ricavi unitari medi o dagli schematismi di mercato di cui hanno prima parlato i tre relatori del convegno.

Entrambi gli incontri sono organizzati dalla nostra Rivista di Suinicoltura, in collaborazione con CremonaFiere e con la Libera associazione agricoltori cremonesi. L’elenco dei relatori e delle relazioni è dettagliato nel programma (visualizza).

Autorevoli, ma anche ben legati all’attività quotidiana dei produttori, i tre relatori del convegno. Di rilievo in particolare la partecipazione del direttore del centro ricerche Crefis, Gabriele Canali.

Ma anche gli altri due relatori sapranno sicuramente trasmettere informazioni decisive: Riccardo Cuomo è forse l’esperto più autorevole in Italia in fatto di prezzi e Gianbattista Testa quantificherà i costi di produzione riportando l’esperienza diretta degli allevatori soci della sua associazione (molto meglio rispetto a tante cifre teoriche che vengono spesso proposte in altre sedi).

Allevatori protagonisti anche nella successiva tavola rotonda
: saranno ben tre quelli che vi parteciperanno. Le problematiche di filiera, comunque, verranno messe a fuoco nella tavola rotonda anche grazie agli interventi dei rappresentanti dei mangimisti (il presidente di Assalzoo), dei macellatori (parteciperanno il responsabile Assica e il presidente di un macello cooperativo), della grande distribuzione.

E non è soltanto con l’organizzazione di questo incontro che la Rivista di Suinicoltura contribuisce ad arricchire Italpig di informazioni e discussioni sul cruciale problema della redditività dell’allevamento. All’argomento infatti è dedicato anche l’impegnativo dossier dell’edizione di ottobre della rivista; e quest’ultima verrà distribuita, oltre che agli abbonati, anche in omaggio in fiera, fornendo dunque ai visitatori di Italpig una documentazione precisa e di prima mano sui costi e sui ricavi dei nostri allevatori.


Pubblica un commento