Sinergia agricoltura-turismo in Trentino

latte in festa Rabbi 20-8-2016

Una serie di appuntamenti dedicati all’enogastronomia

L’articolo Sinergia agricoltura-turismo in Trentino è un contenuto originale di Terra e Vita.

Saranno moltissimi gli appuntamenti dedicati all’enogastronomia per fare scoprire ai turisti il gusto dei prodotti trentini.
L’ospitale Cantina storica di Paolo Endrici a San Michele all’Adige ha ospitato un importante appuntamento che ha visto mondo agricolo e mondo turistico assieme. Pare che stavolta sia la volta buona per unire le forze fra produttori, ristoratori e operatori turistici in generale, Apte e Pro Loco. Tutti saranno coordinati da Trentino Marketing per la promozione dei prodotti locali. È questa l’impressione raccolta fra i partecipanti all’affollatissima conferenza stampa convocata da Trentino Merketing con la presenza dei vertici operativi dei vari settori della cooperazione agricola e di Francesco Antoniolli presidente di Strade del Vino e dei Sapori del Trentino.

Un momento di 'Latte in festa'.

Un momento di ‘Latte in festa’.

«È la prima volta che tutte le iniziative programmate dal vastissimo mondo del volontariato che fa capo al mondo agricolo ed a quello del turismo vengono presentate assieme con l’obiettivo di creare una forte sinergia fra turismo ed agricoltura» ha affermato Michele Dallapiccola assessore all’Agricoltura, Turismo e Marketing del Trentino, ed ha proseguito: «con la sua vastissima gamma di prodotti agricoli il Trentino può dare quel qualcosa in più ad un mondo del turismo sempre più esigente ed attento anche ad un territorio sempre più sostenibile come vuole essere il nostro».
Sotto l’attenta regia dell’ad Maurizio Rossini, Paola Pancher ed Elisabetta Nardelli, responsabili operative del settore, hanno presentato gli oltre 200 appuntamenti legati al mondo dell’enogastronomia, nel quale sono coinvolti non meno di 1000 soggetti, in programma sull’intero territorio trentino da gennaio a dicembre ed hanno sottolineato come si tratti di una proposta molto capillare sia per la frequenza delle iniziative, sia per i territori coinvolti. L’assessore ha sottolineato che «gli operatori turistici sono lieti di avere delle aziende agricole nelle varie zone del Trentino, disponibili ad aprire le porte ai turisti, anche perché in questo modo gli stessi vengono a capire cosa c’è dietro quel pezzo di formaggio tipico, quel bicchiere di vino o di Trentodoc».
Novità di quest’anno: “Trentino Ad Occhi Chiusi” in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Trento in collaborazione con tutte le Apt, i Consorzi Pro Loco e le tre Strade.
A questo punto diventa strategico che il mondo della ristorazione sappia valorizzare adeguatamente i prodotti trentini e Gianni Battaiola, presidente Asat Val di Sole e vice dell’Asat Trentino, ha assicurato che il migliaio di ristoratori trentini valorizzeranno i prodotti agricoli locali.
Fra i principali protagonisti anche per quest’anno, dopo la bella esperienza di “Latte in Festa” dello scorso anno, sarà ancora il latte, quest’anno per Latte in festa sono previsti cinque eventi con altrettanti fine settimana da luglio a settembre. In totale gli appuntamenti che vedranno protagonista il latte saranno 85 con laboratori e degustazioni. Saranno invece 23 gli eventi dedicati al vino da aprile a dicembre, con rassegne, cantine aperte, mostre dei vini e degustazioni in quota. Ma anche mele, ortaggi, salumi e molto altro animeranno altri 92 appuntamenti sul territorio, tutti consultabili sul sito.

Per informazioni:
TRENTINO MARKETING
www.visittrentino.it