Falso Parmesan sequestrato a Parigi

Poco prima del Sial (Salone internazionale dell’Alimentazione) di Parigi, il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha ottenuto dalle autorità francesi il…

117021_420x270

Poco prima del Sial (Salone internazionale dell’Alimentazione) di Parigi, il Consorzio del Parmigiano Reggiano ha ottenuto dalle autorità francesi il sequestro di 7 prodotti evocanti marchi italiani Dop, rivangando il problema del ‘Parmesan’. 

Replicata a Parigi, un anno dopo, la situazione all’Anuga di Colonia, altro tempio agroalimentare. La Corte di Giustizia europea aveva già sentenziato, ricorda il Consorzio, che «il termine Parmesan non è affatto generico e costituisce un’evocazione della denominazione Parmigiano Reggiano; conseguentemente, il suo uso per formaggi non conformi al disciplinare è una violazione alla Dop italiana. Anche in queste grandi vetrine internazionali – sottolinea il presidente del Consorzio, Giuseppe Alai – si registrano contraffazioni e usurpazioni del nome, applicato nei modi più fantasiosi ad altri formaggi o prodotti che possono contenere Parmigiano, ma che in alcun modo possono fregiarsi del suo nome o di altre diciture evocative o, ancora, della denominazione Parmesan, anch’essa in uso esclusivo al nostro prodotto». La legislazione Ue è maturata dopo anni di contenzionisi.


Pubblica un commento


Falso Parmesan sequestrato a Parigi

TRASFORMAZIONE
TV_14_42_parmigiano

Poco prima del Sial (Salone
internazionale dell’Alimentazione)
di Parigi, il
Consorzio del Parmigiano
Reggiano ha ottenuto dalle
autorità francesi il sequestro
di 7 prodotti evocanti
marchi italiani Dop,
rivangando il problema
del ‘Parmesan’.

Replicata a Parigi, un
anno dopo, la situazione
all’Anuga di Colonia, altro
tempio agroalimentare.
La Corte di Giustizia europea
aveva già sentenziato,
ricorda il Consorzio,
che «il termine Parmesan
non è affatto generico e
costituisce un’evocazione
della denominazione Parmigiano
Reggiano; conseguentemente,
il suo uso
per formaggi non conformi
al disciplinare è una
violazione alla Dop italiana.
Anche in queste grandi
vetrine internazionali
– sottolinea il presidente
del Consorzio, Giuseppe
Alai
– si registrano contraffazioni
e usurpazioni
del nome, applicato nei
modi più fantasiosi ad altri
formaggi o prodotti che
possono contenere Parmigiano,
ma che in alcun
modo possono fregiarsi
del suo nome o di altre
diciture evocative o, ancora,
della denominazione
Parmesan, anch’essa
in uso esclusivo al nostro
prodotto». La legislazione
Ue è maturata dopo anni
di contenzionisi.


Pubblica un commento

New Business Media © 2017 New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.
Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano | Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965
css.php