Scuola agraria di Pesaro 140 anni e non sentirli

F-12-alunni-impegnati-nella-raccolta-olive-600x338.jpg

È considerata un fiore all’occhiello della provincia di Pesaro-Urbino e un centro di eccellenza regionale e nazionale

L’articolo Scuola agraria di Pesaro 140 anni e non sentirli è un contenuto originale di Terra e Vita.

Celebrazione dei suoi 140 anni di attività. Uno studente primo assoluto come miglior giovane potatore al Campionato nazionale di potatura dell’olivo. Iscrizioni in forte aumento. Giornate aperte anche alla cittadinanza. La vitalità della scuola agraria di Pesaro (istituto tecnico agrario più professionale agrario) è sotto gli occhi di tutti.

Il bacino d’utenza in cui opera l’Istituto di istruzione superiore (Iis) “A. Cecchi” di Pesaro è costituito da studenti provenienti da ben quattro province e da una settantina di comuni. «La Scuola è unica nel suo genere. È considerata un fiore all’occhiello della provincia di Pesaro-Urbino e un centro di eccellenza regionale e nazionale, da sempre riferimento per la formazione», afferma la dirigente scolastica Donatella Giuliani, la quale evidenzia anche il forte incremento delle iscrizioni che l’Istituto ha registrato negli ultimi anni.

«La nostra scuola – continua la dirigente – è un polo culturale con una storia antica al pari di quella della sua prestigiosa sede, Villa Caprile. Oggi accoglie l’Istituto tecnico agrario e l’Istituto professionale agrario. Negli ultimi dieci anni la scuola è cresciuta esponenzialmente passando da 350 alunni ai 1.100 dell’anno scolastico appena concluso; ci sarà un ulteriore incremento nel 2016-17, quando gli alunni saranno oltre 1.200».

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 33-34/2016 L’Edicola di Terra e Vita