Salento, food safety e filiera corta per la gdo

foto1_Vassoi-vivaio-558x400.jpg

Orti di Puglia è specializzata nella produzione di baby leaf e insalate adulte

L’articolo Salento, food safety e filiera corta per la gdo è un contenuto originale di Terra e Vita.

L’autoproduzione di materie prime su terreni propri, elemento fondamentale per garantirsene la costante disponibilità e la trasformazione subito dopo la raccolta. È questo uno dei punti di forza di Orti di Puglia, specializzata nella produzione di baby leaf e insalate adulte per IV gamma e nella fornitura continua alle grandi catene della Gdo italiana. Per raggiungere tale obiettivo ha concentrato le proprie coltivazioni orticole nel Salento, attraverso la Jentu, realtà agricola di Guagnano (Le) di cui recentemente ha assunto il controllo e rilevato il marchio. L’azienda agricola comprende circa 100 ha coltivati in pieno campo e in coltura protetta, più un vivaio per la produzione delle piantine di insalate a cespo da trapiantare direttamente in campo. Così Orti di Puglia soddisfa, a seconda dei periodi, circa il 75% del proprio fabbisogno e, pur ricorrendo per il momento anche a materie prime fornite da realtà agricole locali, mediante contratti di coltivazione, punta ad ampliare la capacità produttiva della propria azienda agricola, il cui potenziale non è ancora totalmente espresso.

 

Il controllo dei terreni

«Il controllo dei terreni è fondamentale – dichiara Pantaleo Mastrogiacomo, Direttore Generale dell’azienda – per costruire una filiera corta e controllata, con servizio agronomico diretto e centralizzato. E la filiera corta è essenziale per realizzare un’offerta di elevata qualità basata su prodotti food safety, cioè garantiti in termini di sicurezza alimentare. L’obiettivo della “migliore qualità” ruota intorno a tale scelta strategica.

 

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 46/2016 L’Edicola di Terra e Vita