Psr Molise, via libera ai progetti dei giovani

farmer in wheat field with arms spread out

Arriveranno oltre 20 milioni di euro per il ricambio generazionale

Leggi l’articolo originale Psr Molise, via libera ai progetti dei giovani su Terra e Vita.

La parola d’ordine è: ricambio generazionale. E per attuare questo, i giovani agricoltori molisani, potranno contare su oltre 20 milioni di euro nel Programma di Sviluppo Rurale della Regione, 10 dei quali finanzieranno la Misura 6 “Sviluppo delle imprese e delle aziende agricole”.

La misura contribuisce ad innescare delle controtendenze rispetto al contesto attuale di abbandono, attraverso interventi a sostegno dell’avviamento di imprese di giovani e interventi per la creazione e la promozione di attività extra agricole nelle zone rurali. Uno dei primi bandi che troverà attuazione in Molise, già dal prossimo mese di ottobre, è proprio quello relativo al’avviamento di imprese di giovani agricoltori con un budget totale di 6 milioni di euro. Per maggiori informazioni seguire il portale della Regione al link http://www3.regione.molise.it.

Obiettivi dell’intervento

Il sostegno è finalizzato a favorire il ricambio generazionale con due obiettivi centrali: in primo luogo, migliorare le performance economiche ed ambientali delle attività agricole ottenute dalla disponibilità dei giovani ad attuare soluzioni tecniche ed organizzative innovative e, in secondo luogo, riattivare la dinamicità del sistema agroalimentare incentivando i giovani a fare imprese agricole. È prevista anche la possibilità di aderire a pacchetti integrati (Pacchetto giovani) di misura, specifici per i giovani primi insediati con la quale, attraverso una domanda unica, si accede a più misure integrate. 

Beneficiari

Giovani agricoltori di età non superiore a quaranta anni al momento della presentazione della domanda che si insediano per la prima volta in un’azienda agricola.

Sostegno

Contributo in conto capitale sotto forma di aiuto forfettario che parte da un livello base di 30.000 o 40.000, in considerazione delle zone di localizzazione e della Produzione Lorda Standard e può essere integrato sulla base dei valori assegnati ai diversi sistemi agricoli nei diversi territori di applicazione dell’intervento.

Spese Ammissibili

L’aiuto non è direttamente collegato ad investimenti che il giovane deve realizzare, ma viene concesso in modo forfettario quale aiuto allo start-up ed è legato alla corretta attuazione del piano aziendale nei tempi previsti e comunque non oltre 36 mesi dalla data di concessione dell’aiuto.

Criteri di selezione

Gli elementi che guideranno la definizione dei criteri di selezione sono:

–   Redditività economico-finanziaria del piano aziendale nel tempo e rispetto alla remuneratività degli investimenti;

–   qualità del piano aziendale rispetto agli aspetti innovativi delle attività ed al loro orientamento verso una sostenibilità ambientale ed economica;

–   svantaggi naturali legati alla localizzazione dell’azienda in particolare per le zone montane o a maggiore svantaggio naturale;

–   sinergia con altre misure del programma in particolare per quelle a superficie volte ad una gestione sostenibile del territorio.

*  Europe Direct Umbria Cesar