Ortofrutta, l’innovazione guarda al post raccolta

Le soluzioni e i prodotti che hanno ricevuto le nomination di Fruit Logistica L’articolo Ortofrutta, l’innovazione guarda al post raccolta…

cassette-di-fragole-551x400.jpg

Le soluzioni e i prodotti che hanno ricevuto le nomination di Fruit Logistica

L’articolo Ortofrutta, l’innovazione guarda al post raccolta è un contenuto originale di Terra e Vita.

La Fruit Logistica di Berlino ha scelto, fra centinaia di candidature, i dieci prodotti più innovativi tra quelli proposti dagli espositori. Con un criterio ben preciso: la maggioranza di questi, ben sette, si contraddistingue per collocarsi nella fase del post raccolta. Da segnalare inoltre tra le dieci “nomination”, così le chiama la fiera, la presenza di due idee italiane: una macchina per il taglio a spirale degli ortaggi, proposta da Turatti, e la mela Yello, di Vip e Vog.

Quella di Berlino è la maggiore fiera ortofrutticola europea e probabilmente mondiale. L’edizione 2017 della rassegna è in programma dall’8 al 10 febbraio.

Queste dieci nomination si contenderanno poi il titolo di “Innovazione dell’anno”. È il meccanismo del Fruit Logistica Innovation Award 2017, che prevede che siano gli stessi visitatori della fiera, nei giorni dell’8 e del 9 febbraio, a eleggere tra queste dieci l’innovazione dell’anno; lo faranno in una speciale piattaforma che si trova tra i padiglioni 20 e 21. Sempre qui infine, il 10 febbraio alle ore 10.30, verrà annunciato quale sarà risultata l’innovazione dell’anno.

Ecco comunque, così come le ha comunicate la stessa fiera, alcune caratteristiche di queste dieci innovazioni.

Be-Cube Demountable Palletbox sistem. Di concezione olandese, si tratta di un sistema di pallets multiuso completamente smontabile (lo si fa in pochi minuti), in grado quindi di economizzare spazio durante lo stoccaggio e il trasporto di prodotti come patate, cipolle, noci e sementi. Il Be-Cube pesa meno dei tradizionali pallet in legno o plastica, ma la sua speciale costruzione, con supporti in alluminio, lo rende altrettanto resistente. Possono essere impilati uno sopra l’altro ben otto Be-cube, con un peso di carico massimo di 900 kg. Si possono avere come opzionali bigbags e stringer anche con apertura sul fondo e un dispositivo basculante per uno scarico dosato.

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 4/2017 L’Edicola di Terra e Vita