Occupati in agricoltura: nel 2009 flessione del 2,3%

flashNews.gif

Ancora in calo il lavoro agricolo. Secondo i dati Istat gli occupati nel 2009 sono scesi a 874mila unità con una flessione del 2,3 per cento rispetto al 2008. Il calo è equamente spalmato tra dipendenti e autonomi. Il calo più accentuato si registra al Sud con una perdita di quasi il 6% di lavoratori, ma a subire l’impatto più pesante sono gli autonomi che perdono quasi il 10 per cento (-3,2% i dipendenti). Forte invece l’aumento dei dipendenti al Centro con un +18,8%. In crescita anche se più contenuta (2,2%) il Nord-Est. Ma a tirare la volata sul fronte degli autonomi sono le regioni del Nord-Ovest (7%) e ancora il Centro (6,5%). È comunque sempre nel Mezzogiorno che si concentra con 409mila occupati, la quota più consistente di forza lavoro agricola. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento