Via libera dal Consiglio dei ministri alla nuova legge sui vini Doc

flashNews.gif

Approvato dal Consiglio dei ministri il decreto che riforma la legge quadro dei vini Doc e Docg (la 164/92). Il nuovo decreto innanzitutto recepisce le novità introdotte da Bruxelles con la recente riforma dell’Ocm vino, quando è stato passaggio dei compiti di controllo dai consorzi di tutela (che li svolgevano in via sperimentale dal 2001) ad organismi terzi di certificazione. Ma non solo. Vengono infatti anche create le premesse per una sempliflicazione normativa con la realizzazione dello Sportello unico che punta a diventare l’interfaccia nei rapporti fra produttori e pubblica amministrazione. Viene ridefinito il sistema delle analisi chimiche e organolettiche delle diverse categorie di vini e viene esteso anche ai Doc (finora era limitato ai soli Docg) l’obbligo di indicazione in etichetta dell’annata di produzione. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento