Terremoto, nei caseifici i danni più rilevanti

Sono circa 280mila le forme di Parmigiano reggiano danneggiate o andate perdute

Il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna mette in ginocchio anche l’agricoltura. I danni più gravi si registrano nel lattiero-caseario. Sono circa 280mila le forme di Parmigiano reggiano danneggiate o andate perdute a causa del sisma – equamente ripartite tra le province di Modena (140mila) e Mantova (140mila) – e oltre 50mila quelle di Grana padano. Danni anche agli edifici rurali.


Pubblica un commento