Sulla riforma Pac 2013 siglata l’intesa franco-tedesca

flashNews.gif

Francia e Germania hanno raggiunto una posizione comune, sancita dalla firma di un’intesa, sulla nuova Pac. Mantenimento di due pilastri nettamente distinti, ruolo centrale dei pagamenti disaccoppiati, e ferma contrarietà a ogni ipotesi di rinazionalizzazione sono alcuni dei punti chiave dell’accordo per la Pac dopo il 2013. Con l’iniziativa congiunta della Francia (primo beneficiario delle spese agricole del primo pilastro) e della Germania (primo contribuente netto del bilancio comune) si sono, di fatto, aperti i giochi sulla nuova riforma della Pac. Il prossimo passo spetta alla Commissione che ha annunciato la presentazione delle proprie proposte (per ora, una Comunicazione) il 17 novembre. Il negoziato in seno al Consiglio entrerà, quindi, nel vivo nel corso del 2011, intrecciandosi con la trattativa sulle prossime prospettive finanziarie della Ue che, alla fine, sarà chiusa dai capi di Stato e di Governo. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento