Più immigrati nei campi: tre su quattro sono in regola

flashNews.gif

Cresce il numero dei lavoratori extracomunitari in agricoltura. Il primo rapporto sugli immigrati occupati nel settore in Italia, curato dall’Istituto nazionale di economia agraria, evidenzia che dal 1995 al 2008 il loro numero è praticamente triplicato, da 52 a 172mila unità, pari al 20% del totale, con un incremento medio annuo del 2-3 per cento. Il 67% di questi lavoratori (quasi tre su quattro) è inquadrato con contratti regolari, con punte del 91% al Nord e dell’80% al Centro, mentre 13 anni prima la ”regolarizzazione” non raggiungeva il 50 per cento. Il rapporto Inea sottolinea l’elevata complementarietà del lavoro svolto dagli immigrati con la manodopera locale. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento