I viticoltori del Carso pronti a ricorrere contro la nuova Doc Prosecco

flashNews.gif

I viticoltori del Carso minacciano di impugnare dinanzi al Tar la decisione di istituire la nuova Doc Prosecco, che cioè parta dal confine fra Veneto e Trentino Alto Adige per arrivare a comprendere il comune di Prosecco, in provincia di Trieste. Secondo l’Associazione agricoltori di Trieste il via libera dei viticoltori del Carso alla nuova Doc è subordinato alla contemporanea definizione di tre questioni che riguardano i produttori del Nord–Est: la messa a punto di piani di gestione del territorio rimuovendo parte dei vincoli comunitari delle Zone di protezione speciale e dei Siti d’interesse comunitario (che oggi bloccano l’80% del territorio agricolo del Carso). Parallelamente serve un Piano di sviluppo agricolo del Carso con procedure e norme più semplici di quelle attuali. «Senza chiarimenti su questi tre punti – ha detto il presidente dell’Associazione agricoltori di Trieste, Edi Bukavec – i nostri avvocati impugneranno i provvedimenti di concessione della Doc Prosecco». (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento