Dop e Igp: parte il progetto anti-contraffazioni

flashNews.gif

In attesa dei tempi lunghi della trattativa Wto sul registro multilaterale delle denominazioni geografiche, l’Italia leva gli scudi contro gli attacchi dell’agropirateria. Per difendere dall’invasione di patacche i mercati dei prodotti tipici, un’alleanza tra Mipaaf, Buonitalia e Consorzi di tutela ha attivato da luglio un progetto definito «di servizio». Tre gli assi portanti: registrazione all’estero dei marchi Dop e Igp italiani, monitoraggio costante dei mercati per individuare «usurpazioni», attivazione di procedimenti legali a tutela delle indicazioni geografiche. Le piazze-pilota saranno quelle degl Usa e del Canada, tra le principali destinazioni delle esportazioni di prodotti Dop e Igp. La realizzazione concreta del progetto è stata affidata a Buonitalia Spa – Società per la promozione, la valorizzazione e la tutela dell’agroalimentare italiano – con la collaborazione dell’Aicg – Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento