CIBUS TEC: Tecnologie, la crisi può attendere

Nel 2010 la produzione di macchine per l’alimentazione è cresciuta del 4,3% a quota 4,8 miliardi
AS_38_11_tecnologie.jpg

La crisi ha solo sfiorato il comparto delle macchine e tecnologie per l’alimentare che, in base ai dati Anima, l’Associazione nazionale dell’industria meccanica, nel 2010 è cresciuto del 4,3% nel 2010 in termini di produzione, arrivando quasi ai 4,8 miliardi di euro e si avvia a mettere a segno un nuovo incremento per il 2011 (+2,5% vicino ai 4,9 miliardi).
A fare da traino è comunque l’export in particolare in alcuni settori: le macchine per molini hanno chiuso l’anno con un incremento del 14,8%, arrivando a 155 milioni, e una previsione 2011 di 160 milioni (+3,2%).
Decisamente brillante anche l’andamento delle macchine e degli impianti per pastifici ed estrusi alimentari che avanzano del 14,7% e raggiungono i 195 milioni di euro accompagnati da un export in aumento dell’11,1% a quota 140 milioni. Anche per le macchine per il caffè espresso la produzione del 2010 ha segnato un incremento del 16,1%, vicino ai 350 milioni di euro, a fronte spedizioni oltreconfine cresciute del 12% a quota 235 milioni di euro. Bene anche per le affettatrici tritacarne che salgono del 13,4% ai 195 milioni, ma ancora maggiore, pari al 19,5%, è il rimbalzo delle vendite estere pari a 98 milioni di euro. Buono anche l’andamento della produzione di macchine e forni per pane, pasticceria e pizza che resta uno dei primi comparti della meccanica alimentare per giro d’affari e ha guadagnato nel 2010 il 4,2% arrivando ai 620 milioni di euro. In crescita anche l’export dell’8,3% (390 milioni di euro). L’unico segnale negativo riviene dagli impianti frigoriferi industriali, altro grande segmento delle tecnologie per l’alimentare. È rimasto in difficoltà nel 2010 (-3,1%) e in ulteriore contrazione nelle previsioni 2011 (-3,2%).
La competitività del settore passa per le innovazioni che verranno presentate al Cibus tec di Parma.
La Catelli Food technology lancia sul mercato le ultime novità negli impianti per l’industria alimentare. Si tratta di un cuocitore ad albero contro- rotante per la triturazione, miscelazione, disaerazione e cottura di prodotti per l’industria della seconda trasformazione. Un’altra new entry è la Nuova Giubileo 130 tonnellate con rotore a 44 pale ad angolazione variabile, un impianto che permette di aumentare la capacità produttiva degli estrattori della serie Giubileo e di ridurre drasticamente l’umidità degli scarti. Sempre venduto dalla Catelli il nuovo evaporatore polivalente Apollo Mixflow a elevato risparmio energetico e in attesa di un brevetto destinato al mercato della produzione di puree di frutta tropicale, mediterranea, per tutti i tipi di frutti rossi e di sottobosco ma utilizzabile anche per la concentrazione del succo di pomodoro.
Si tratta di una macchina di nuova generazione nata dall’evaporatore a film cadente Apollo, presentato con grande successo nelle precedenti edizioni di Cibus tec.
Con Goglio debutta GNovasteril, un sistema di confezionamento asettico per prodotti alimentari sterili in buste a nastro preformate fino a 10 litri. Tra gli aspetti innovativi la gestione sicura ed efficiente del processo, grazie alla massima semplificazione della fase di riempimento e l’eliminazione totale dei rischi correlati alla presenza di residui di sostanze sterilizzanti a contatto con il prodotto. GNovasteril consente di cambiare agevolmente il formato e la tipologia di confezione impiegata, scegliendo tra la gamma di laminati alta barriera, personalizzabili con stampe ad alta risoluzione. Tetra Pak lancia Evero Aseptic, una nuova bottiglia di cartone per il latte.


Pubblica un commento