Bio, in Francia crescono le superfici di vendita

30mila metri quadrati di nuove aperture
Biologico_negozio.jpg

Sostanziale tenuta nelle quote di mercato, ma forte espansione di superfici nel canale specializzato, sia per gli operatori indipendenti sia per le catene: nel 2011 sono stati inaugurati 97 negozi biologici per un’area di vendita complessiva di 30mila metri quadrati (le nuove aperture erano state 127 l’anno precedente, ma di dimensioni complessive inferiori). Il totale dei punti vendita specializzati è così di 2.327, per una superficie commerciale di 387.700 mq (superficie media 175 mq).
Si sono registrate anche chiusure per 134 punti vendita, con la perdita di 20mila mq; si trattava quindi di esercizi di dimensioni intorno ai 140 mq, meno competitivi rispetto all’offerta di quelli maggiori; l’aumento della superficie di vendita al netto delle chiusure è quindi di 10mila mq.
I negozi indipendenti rappresentano il 61% del totale dei punti vendita (compresi i supermercati biologici). Mancano ancora i dati del fatturato retail 2011; nel 2010 aveva raggiunto 3,38 miliardi di euro (contro 1,6 miliardi nel 2005), pari al 2% del mercato alimentare totale (contro il 1,1% nel 2005).
Il mercato è strutturalmente in aumento a un tasso medio del 10% annuo dal 1999 al 2005. Nel 2006, la crescita ha accelerato e dal 2008 al 2010 il mercato è cresciuto del 32% (del 10,8% nel solo 2010).
Secondo i dati AND-International/Agence Bio, il 47% delle vendite passa per la grande distribuzione, il 25% per il retail specializzato in catena e l’11% per quello indipendente. Il 12% deriva dalle vendite dirette dei produttori e il 5% da macellerie e forni.


Pubblica un commento