ANBI: serve un piano per la sicurezza idraulica

flashNews.gif

“In Italia c’è l’urgenza di realizzare un piano di manutenzione straordinaria degli impianti idrovori e dei sistemi di difesa idraulica” ed è necessaria una maggiore integrazione fra privato e pubblico per passare dalla logica dell’emergenza a quella della prevenzione. E’ l’appello lanciato nella sede dell’Anbi (Associazione nazionale bonifiche, irrigazioni e miglioramenti fondiari) dal presidente Massimo Gargano e dal direttore generale Anna Maria Martuccelli. L’Italia – ricorda l’Anbi – presenta un elevato rischio idrogeologico con vaste zone soggette ad allagamenti e fenomeni di dissesto territoriale che interessano 23 milioni di residenti e il 68,6 per cento dei comuni. Negli ultimi 90 anni ci sono state cinquemila grandi alluvioni e 12mila frane: un episodio ogni giorno e mezzo. Solo nel 2007 gli eventi meteorologici hanno inciso negativamente sul Pil con un danno dello 0,05%. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento