La ricerca genetica Sant’Orsola: tre nuove varietà di lampone brevettate nel 2012

AZIENDE E PRODOTTI
SOrsola_ricerca_varietale

Oggi l’azienda
è proprietaria o licenziataria di una varietà e 2 selezioni avanzate di
fragola, 2 selezioni avanzate di fragolina e 8 varietà di lampone

Si
chiamano Evita, Amaranta e Sungold, e sono le tre nuove varietà di lampone presentate
oggi dalla Cooperativa Sant’Orsola di Pergine Valsugana, leader in Italia nella
produzione di piccoli frutti, fragole e ciliegie tardive. Con queste tre
cultivar brevettate nel 2012, salgono a 8 le varietà di lamponi di cui la
Cooperativa è proprietaria o licenziataria in esclusiva.Da oltre 10
anni, infatti, Sant’Orsola svolge nel campo sperimentale di Vigolo Vattaro (TN)
un costante lavoro di ricerca e sviluppo che in tempi più recenti ha portato alla
produzione di nuove tipologie di lamponi, fragole e fragoline.

Le varietà brevettate rispondono
sia a esigenze di coltivazione, produzione e redditività che alle richieste del
mercato sulle caratteristiche dei frutti. Evita è una varietà di lampone
rifiorente precoce, caratterizzata da un’elevata produttività della pianta. I
frutti sono conici, rosso brillante e di grandi dimensioni e garantiscono
un’elevata shelf life. Amaranta presenta una struttura della pianta che agevola
la raccolta, mentre i frutti hanno un sapore ben bilanciato e una buona
resistenza. Infine Sungold è un lampone giallo, resistente e dal sapore
delicato, la cui pianta garantisce una produttività superiore alla media.

“L’attività di innovazione
varietale avviene attraverso incroci naturali, le sperimentazioni interessano oggi
una superficie di 12.000 mq – spiega Marco Giacomelli, responsabile della
Ricerca Varietale Sant’Orsola – Il processo per arrivare a una nuova varietà
richiede una lunga selezione, che parte dalla valutazione di 6.000 semenzali
ogni anno”.

Solo un numero limitato di
selezioni arriva alla fase finale, durante la quale vengono effettuati test
avanzati come produzione, peso medio del frutto, shelf life, acidità, dolcezza,
durezza e resistenza alla compressione. Prima di arrivare ai vivai e sui campi,
le varietà scelte affrontano un percorso di sanificazione da virus presso
Istituti specializzati ed un percorso di moltiplicazione controllata in
screenhouse in vivai di fiducia.

“Dal 2010 ci siamo dotati inoltre
di un laboratorio per la produzione di piante in vitro tramite
micropropagazione – prosegue Giacomelli – questo ci consente di aumentare la
quantità di materiale sano disponibile e avere quindi esemplari di sicurezza in
caso di imprevisti durante la normale fase di produzione in campo, come gelate,
piante che si seccano o malfunzionamenti delle celle frigo”.

“L’attività di ricerca varietale
risulta oggi fondamentale per noi – ha dichiarato il direttore della
Cooperativa Sant’Orsola Michele Scrinzi – perché ci consente di fornire piante
più sane e redditizie ai nostri coltivatori e di produrre frutti più
competitivi sul mercato, quindi più redditizi per tutta la compagine sociale”.

Le varietà brevettate sono destinate
non solo ai soci, ma anche a soggetti licenziatari nel Regno Unito, nell’Europa
centrale e occidentale, in Africa, in America e in Australia.

Per ulteriori informazioni:

Sara
Bellini Sant’Orsola Soc.
Coop. Agricola tel.
0461-518170

Luca
Speroni Ufficio Stampa
Sant’Orsola c/o Fruitecom tel. 059-7863894

Sul web: www.santorsola.com

Su Facebook:
www.facebook.com/CoopSantOrsola

Allegati

La ricerca genetica Sant’Orsola: tre nuove varietà di lampone brevettate nel 2012

Pubblica un commento