Maschio Gaspardo Unigreen continua a investire e crescere in Italia

News dalla imprese

Negli ultimi sei mesi il Gruppo ha accelerato notevolmente il proprio processo di espansione industriale con il duplice obiettivo di aumentare la capacità produttiva e coprire tutte le fasi della meccanizzazione agricola.

L’avvio del nuovo stabilimento di San Vito al Tagliamento, acquisito in partnership con la famiglia Busolin, oltre a confermare la volontà del Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen di continuare a investire in Italia, avrà un importante impatto occupazionale in un territorio particolarmente colpito dall’attuale crisi economica che ha visto la chiusura di diverse aziende e la conseguente perdita di molti posti di lavoro.

Con il nuovo stabilimento di San Vito al Tagliamento e la società Primis, il Gruppo Maschio Gaspardo Unigreen punta a creare un grande polo industriale italiano per la produzione di macchine agricole, con l’obiettivo di raggiungere i 350 milioni di euro di fatturato. In particolare, lo stabilimento realizzato in collaborazione con Unicka, sarà dedicato alla produzione di spandiconcime, sviluppando attrezzature dall’elevato potenziale tecnologico che permettono la distribuzione di precisione di fertilizzanti per soddisfare le diverse esigenze nutritive delle colture. A regime verranno assunti circa 110 dipendenti.

“Continuiamo a investire nel nostro Paese”, afferma il Presidente Egidio Maschio, “perchè ci crediamo fermamente. Crisi è una parola che purtroppo l’Italia conosce bene, nonostante tutto continuo a credere che occorra partire da qui per poi aprirsi ai mercati esteri, mantenendo salde le nostre radici. Abbiamo una grande ricchezza tra le mani rappresentata dalla forza d’animo e dalla voglia di fare della nostra gente. Siamo grandi lavoratori, artigiani, conosciuti in tutto il mondo per il nostro talento e la nostra capacità di innovare. Questa nuova partnership ci permette di essere ancora più competitivi nel settore delle macchine agricole. Proprio per questo ringrazio i fornitori e gli istituti bancari per il sostegno continuo che ci riservano e ringrazio tutti i nostri dipendenti che grazie al loro contributo ci permettono di crescere e migliorare giorno dopo giorno da 50 anni”.


Pubblica un commento