Maschio Gaspardo Field Day 2016

maschio_gaspardo_logo.jpg

Si è svolta a Chiscineu-Cris (Romania) il MASCHIO GASPARDO FIELD DAY 2016, l’evento internazionale organizzato dal Gruppo Maschio per presentare le eccellenze della propria gamma ai dealer europei.

Nella località dove il Gruppo Maschio ha aperto uno dei suoi primi stabilimenti esteri, oltre duecento persone, per la maggior parte concessionari da Italia, Romania, Spagna, Francia, Ucraina, Russia, Norvegia, Bulgaria, Moldavia, Ungheria e Benelux si sono incontrate per assistere alla messa in campo dei modelli di punta, alternando presentazioni statiche, prove in campo e discussioni.

Protagoniste della giornata del 15 aprile, dedicata alle prove in campo, sono state le attrezzature per la minima lavorazione.

E’ stato il coltivatore combinato DRACULA, novità 2016 per il mercato italiano, ad aprire le danze.

Fresco di “Premio innovazione” dalla FierAgricola di Verona, DRACULA ha convinto ancor di più sul campo, dove l’accoppiamento tra 2 ranghi di dischi (da 610mm), ancore ammortizzate (da 30 cm di profondità) e rullo riccomapattatore si è dimostrato vincente: lavora, interra, affina e livella il terreno tutto in un’unica passata, distinguendosi in termini di rapidità e efficienza nella preparazione del letto di semina (17 lt/h x 12 km/h = 7,5 Ha/h nella versione e abbiamento provati).

La gamma dissodatori ha schierato il modello DIABLO, che ha impressionato per dimensioni e profondità di lavorazione, a seguire i modelli ATTILA e ATTILA HYDRO, che sono stati particolarmete apprezzati sia per l’esplosività dei puntali, sia per il lavoro di affinamento del doppio rullo posteriore.

Tra i coltivatori a dischi, sono scesi in campo il modello PRESTO (disco da 510mm) che ha lavorato dopo dissodatura, con prestazioni molto soddisfacenti quanto affinamento e livellamento del terreno; a seguire è stato il turno della dischiera pesante UFO, che ha lavorato su terreno sodo, impressionando sia per la profondità raggiunta nel suolo (disco da 610mm) sia per l’ottima capacità di rimescolare il terreno residuo.

Il premio per la miglior qualità del letto di semina é però da assegnare al modello TERREMOTO 3, coltivatore ad ancore, che ha dimostrato un notevole affinamento del terreno ed un ottimo lavoro del rullo ad anelli, lasciando una superficie omogenea e pronta alla semina.

Ma il FIELD DAY 2016 ha visto all’opera anche altre eccellenze del brand Maschio.

L’aratro trainato MIRCO 8 corpi, top di gamma, ha impressionato sia fuori che dentro al campo, per le imponenti dimensioni, per la pulizia del taglio e uniformità del terreno lavorato. Tutti i partecipanti hanno potuto osservare i numerosi settaggi, dalla larghezza di lavoro alla possibilità di variare il tiro trattore sia dentro che fuori solco.

Lo SPRAYER CAMPO 65 allestito con la nuova barra da 36 metri, si è subito guadagnato il rispetto di tutti i presenti, dimostrando un’ottima stabilità anche a velocità sostenute sia su terreno non ancora lavorato che sulla cappezzagna.

Il FIELD DAY 2016, in sintesi, è stata un’occasione di incontro e dialogo tra costruttore e dealer, improntato dal clima di collaborazione che la Maschio Gaspardo ha sempre avuto con i propri partner: una collaborazione che, da sempre, permette di concretizzare nuove opportunità di crescita.

www.maschionet.com