Magigas propone Diesel Stable

Magigas-Diesel-Stable-598x400.jpg

Stabilizzante per i gasoli sempre più ricchi di componenti bio

L’articolo Magigas propone Diesel Stable è un contenuto originale di Terra e Vita.

Per ottemperare alla normativa comunitaria sull’impatto ambientale tutti i produttori di carburanti hanno l’obbligo di utilizzare in miscela una percentuale di prodotti bio.Nel gasolio è presente una percentuale media di biodiesel del 4,5% ma possono essere impiegate percentuali che arrivano fino al 7%. La presenza in miscela di biodiesel ha come controindicazione quella di favorire lo sviluppo di batteri ed acqua così da rendere possibile il formarsi di un “magma” biologico che tende a depositarsi sul fondo di cisterne e serbatoi. Se tale “magma” entra nel normale flusso di alimentazione, in una quantità appena superiore a quella che può essere tollerata dal sistema, va ad intasare i filtri e a bloccare il carburante con conseguente arresto del motore. Ciò può accadere soprattutto nel periodo primaverile-estivo quando le temperature salgono agevolando la riproduzione di tali batteri.

L’intasamento del filtro è ancora più frequente nei motori dei camion di ultimissima generazione dotati di filtri ultrafini, nei motori di tutti quei mezzi che hanno una forte stagionalità (camper, barche, etc.) o in quello di molti mezzi di linea pubblici che effettuano corse in periodi alterni.

Un altro problema che sorge con l’utilizzo di biodiesel in miscela, questa volta nel corso della stagione invernale, è la maggior tendenza al congelamento e alla cristallizzazione del carburante nei filtri.

Grazie alla sua lunga esperienza nella formulazione di additivi, Magigas ha creato un prodotto specifico contenente stabilizzanti, disperdenti e antiossidanti denominato Diesel Stable in grado di contrastare e impedire la proliferazione e la formazione di agenti organici.

Inoltre, se impiegato in dosi concentrate, Diesel Stable svolge una potente azione battericida andando ad eliminare i microrganismi presenti negli stoccaggi di carburante e, in caso di cisterne particolarmente contaminate, sarà necessario il successivo filtraggio del gasolio trattato così da poter eliminare i batteri depositati sul fondo.

 

Per informazioni:

MAGIGAS

www.extremecompetition.it