Macfrut, ministro Martina: “Op, facciamo un salto di qualità”

Martina-Piraccini-654x449-600x400.jpg

“Meno organizzazioni e più organizzazione. E’ uno slogan ma rende il concetto: dobbiamo continuare a operare concretamente perché i livelli di aggregazione dell’offerta siano sempre più avanzati. Nel passaggio della crisi ci si può quindi riorganizzare per essere più forti”. Così il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha sottolineato, al taglio del nastro di Macfrut, la rassegna internazionale dedicata all’ortofrutta, in corso in questi giorni…

L’articolo Macfrut, ministro Martina: “Op, facciamo un salto di qualità” è un contenuto originale di Terra e Vita.

“Meno organizzazioni e più organizzazione. E’ uno slogan ma rende il concetto: dobbiamo continuare a operare concretamente perché i livelli di aggregazione dell’offerta siano sempre più avanzati. Nel passaggio della crisi ci si può quindi riorganizzare per essere più forti”.

Così il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha sottolineato, al taglio del nastro di Macfrut, la rassegna internazionale dedicata all’ortofrutta, in corso in questi giorni a Rimini, su iniziativa di Cesena Fiera, la necessità di un rinnovamento che può essere “trasformato in uno strumento di competitività” a cui mettere mano tramite il collegato agricolo. “Abbiamo molti spazi di lavoro da questo punto di vista – ha aggiunto -. Ritengo necessario, ad esempio, rivedere il quadro di riferimento delle Op in modo che facciano un vero salto di qualità”.

Una linea d’azione che secondo il ministro dovrebbe incrociarsi con altre due linee strategiche di rilancio del settore, il progetto dell’agricoltura di precisione e le attività avviate sul versante della ricerca su diversi fronti in campo ortofrutticolo.

“Siamo il primo paese in Europa per produzione di ortofrutta con 12 miliardi di euro di fatturato, quasi il 20% dell’agricoltura italiana – ha ricordato – e da Macfrut vogliamo ribadire che questo settore è centrale non solo per il settore primario, ma per l’economia nazionale. Abbiamo una bilancia commerciale positiva con l’estero è un export che arriva a 8 miliardi con il trasformato”

Dal comparto arrivano intanto segnali positivi con i consumi di frutta e verdura che nel primo semestre del 2016, secondo il Macfrut Consumers’ Trend, evidenziano un +2% rispetto allo spesso periodo dell’anno precedente. Le famiglie italiane hanno acquistato 3,47 milioni di tonnellate di ortofrutta, un dato di periodo che “si posiziona ad un livello assente da diversi anni nei database” si legge nel rapporto.

“Ci siamo posti l’obiettivo – ha detto Renzo Piraccini, presidente di Cesena Fiera, di riportare, in cinque anni, Macfrut ai vertici del sistema fieristico internazionale. Non è uno slogan ma un traguardo che pensiamo raggiungibile. Una grande manifestazione italiana inserita in un network mondiale di fiere del settore ortofrutticolo. Il settore merita una grande fiera internazionale, Macfrut va in questa direzione”.