L’uva da tavola italiana è promossa

Bunch of grapes

A settembre e ottobre si ripete l’iniziativa di promozione e comunicazione collettiva “generica” a favore dell’uva da tavola italiana, promossa dall’organizzazione interprofessionale del settore ortofrutticolo, Ortofrutta Italia, con il patrocinio del ministero delle Politiche agricole e alimentari

L’articolo L’uva da tavola italiana è promossa è un contenuto originale di Terra e Vita.

Parte la campagna di promozione collettiva a favore dell’uva da tavola italiana, che vedrà l’adesione di migliaia di punti vendita delle principali catene della grande distribuzione, nonché di negozi specializzati e di “prossimità”, coinvolti nell’iniziativa tramite gli operatori grossisti dei mercati agroalimentari.

La campagna si svolgerà a settembre e ottobre per almeno una settimana in ogni punto vendita che aderisce all’iniziativa e vede la partecipazione dell’intero comparto dell’uva da tavola nazionale – un prodotto molto importante per l’economia agricola nazionale e del sud Italia in particolare. L’obiettivo dell’iniziativa, è quello di dare un segnale importante ai consumatori italiani sui fondamentali di valorizzazione del prodotto e di stimolo al suo consumo, attraverso materiale di comunicazione che riporti il layout istituzionale di Ortofrutta Italia, proprio nel periodo di maggiore potenziale qualitativo, focalizzando la provenienza della comunicazione nell’Organizzazione Interprofessionale (quindi tutta la filiera) e nel Mipaaf (la Pubblica amministrazione competente).

Le produzioni italiane di uva da tavola si concentrano in due grandi poli di produzione Puglia e Sicilia che rappresentano più del 90% della superficie agricola dedicata a questa coltura e che insieme consolidano poco meno di un milione di tonnellate (600mila la prima, circa 370mila la seconda). Le altre regioni italiane non incidono significativamente sul totale della produzione.