Lombardia, obiettivo competività

paesaggioColtivato-Scaramel-600x400.jpg

L’Operazione 4.1.01 incentiva investimenti e sostenibilità delle aziende

Leggi l’articolo originale Lombardia, obiettivo competività su Terra e Vita.

In arrivo 60 milioni di euro per le aziende agricole lombarde: questo è quanto previsto nel bando emanato in questi giorni dalla Regione Lombardia, relativo all’Operazione 4.1.01 “Incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole”.

L’obiettivo dell’Operazione è quello di stimolare la competitività del settore agricolo, garantendo nel contempo la gestione sostenibile delle risorse naturali e l’azione per il clima da parte dei produttori agricoli lombardi.

La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 60.000.000, di cui € 20.000.000 per le aziende in zone svantaggiate di montagna e € 40.000.000 per le aziende non di montagna.

 

Beneficiari

Possono presentare domanda gli imprenditori individuali e le società agricole di persone, capitali o cooperative. I requisiti sono:

–   qualifica di Iap;

–   rispetto della “Direttiva Nitrati” (non applicato ai giovani agricoltori appena insediati).

 

Entità dell’aiuto

L’ammontare del contributo, espresso in percentuale della spesa ammessa, è riportata in tab. 1.

La spesa minima ammissibile per domanda è pari a € 20.000 per le imprese in zona svantaggiata di montagna e a € 40.000 per le imprese nelle zone non svantaggiate.

Interventi ammissibili

Gli interventi ammissibili sono i seguenti:

–   opere di miglioramento fondiario di natura straordinaria;

–   impianto e/o reimpianto di colture arboree e arbustive specializzate pluriennali;

–   adeguamento impiantistico, igienico sanitario e per la sicurezza dei lavoratori;

–   acquisto e/o realizzazione di impianti e acquisto di dotazioni per la produzione e la trasformazione dei prodotti aziendali e per la movimentazione degli effluenti di allevamento;

–   acquisto di nuove macchine e attrezzature;

–   realizzazione di strutture per la protezione delle colture dai parassiti;

–   acquisto di capannine agrometeorologiche aziendali;

–   acquisto di strumenti per la riduzione degli inquinamenti puntiformi da prodotti fitosanitari (biobed);

–   spese generali (fino ad un massimo dell’8% per le opere e del 3% per impianti e dotazioni).

Gli interventi devono essere iniziati e sostenuti dopo la data di protocollazione della domanda.

Criteri di valutazione

Una domanda, per poter essere ammissibile, deve raggiungere una soglia di punteggio minimo pari a 30, i punti sono assegnati come descritto nella tabella n. 2.

 

Presentazione domanda

Il periodo per la presentazione delle domande è dal 3 settembre 2015 al 3 novembre 2015.

 

Documento di riferimento

Burl n. 33 del 10 agosto 2015.

 

Leggi l’articolo completo di tabelle su Terra e Vita 35/2015 L’Edicola di Terra e Vita