L’erbicida FACET® L: autorizzazione eccezionale nelle risaie italiane

basf.jpg

Autorizzazione eccezionale per il controllo dei giavoni nelle risaie italiane

Leggi l’articolo originale L’erbicida FACET® L: autorizzazione eccezionale nelle risaie italiane su Terra e Vita.

  • Concessa, dal Ministero della Salute, l’autorizzazione eccezionale nelle risaie italiane dall’11 aprile al 30 luglio 2016
  • L’erbicida FACET® L, a base di Quinclorac, si conferma una soluzione al servizio dei risicoltori italiani nella gestione dei giavoni bianchi

Il riconoscimento dell’emergenza sanitaria per la gestione dei giavoni bianchi, grazie all’interessamento delle Associazioni di categoria Agrinsieme e Coldiretti, ha portato alla concessione dell’autorizzazione eccezionale del prodotto fitosanitario L sulla coltura del riso.

Il decreto, datato 11 aprile 2016 permette l’impiego di questo erbicida a base della sostanza attiva Quinclorac fino al 30 luglio 2016. I risicoltori potranno quindi beneficiare, per l’anno in corso, della disponibilità di uno strumento di grande importanza per la difesa di una coltura d’eccellenza nel panorama agroalimentare italiano come il riso.

In risaia, FACET® L combatte specificamente i giavoni bianchi svolgendo un ruolo importante per la loro gestione nella fase di post-emergenza della coltura. Nel corso degli ultimi anni il controllo di queste infestanti è divenuto problematico, anche a causa dello sviluppo di resistenze agli erbicidi maggiormente impiegati.

BASF ritiene necessario ricordare le principali condizioni di impiego del formulato FACET® L per trarre il massimo vantaggio da questa soluzione temporanea, senza tuttavia compromettere la tutela dell’ambiente.

FACET® L deve essere impiegato alla dose di 1,2 -1.5 litri/ha, in miscela con erbicidi a differente meccanismo d’azione. Restano comunque esclusi dal possibile impiego i siti della Rete Natura 2000 (aree SIC e ZPS) e le risaie con terreno particolarmente drenante (ovvero con un contenuto di sabbia maggiore del 50%).

Si raccomanda, inoltre, di seguire scrupolosamente le indicazioni sulla gestione dell’acqua in risaia al fine di garantire l’efficacia del prodotto e limitare il rischio di contaminazione delle acque superficiali.

Informazioni su BASF

In BASF creiamo chimica per un futuro sostenibile. Uniamo al successo economico la tutela dell’ambiente e la responsabilità sociale. I circa 112.000 collaboratori del Gruppo lavorano per contribuire al successo dei clienti, in quasi tutti i settori industriali e in ogni Paese del mondo. Il nostro portafoglio prodotto è organizzato in cinque segmenti: Chemicals, Performance Products, Functional Materials & Solutions, Agricultural Solutions e Oil & Gas. Nel 2015 BASF ha generato un fatturato di 70 miliardi di euro. BASF è quotata nelle Borse di Francoforte (BAS), Londra (BFA) e Zurigo (AN). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Internet: www.basf.com.

Informazioni sulla Divisione Crop Protection di BASF

Con un fatturato superiore ai 5,8 miliardi di Euro nel 2015, la Divisione Crop Protection di BASF offre soluzioni innovative per la protezione delle colture, formulati specificamente dedicati a tappeti erbosi, fiori, salute pubblica e prodotti per il controllo di animali nocivi negli edifici. L’ampia offerta di sostanze attive, formulati, prodotti per la concia delle sementi, soluzioni biologiche e servizi supporta l’efficiente produzione di prodotti alimentari di elevata qualità e previene la perdita di derrate alimentari in fase di stoccaggio, i danni ad edifici pubblici e privati e la trasmissione di patogeni. Attraverso un’offerta tecnologica di alto livello, la Divisione Crop Protection di BASF supporta gli sforzi dell’agricoltore e degli operatori che salvaguardano la salute pubblica sostenendone l’efficienza in termini di business e migliorando la qualità della vita della Comunità. Per maggiori informazioni, consulta www.agro.basf.it, www.agro.basf.com e seguici sui social media.