L’Emilia-Romagna punta sulla formazione

108595-600x400.jpg

Il Psr 2015-2020 stanzia 16 milioni di euro per chi fornirà corsi e seminari

Leggi l’articolo originale L’Emilia-Romagna punta sulla formazione su Terra e Vita.

Arriva il Catalogo Verde in Emilia–Romagna: l’obiettivo è favorire la formazione professionale degli agricoltori e coinvolgerli in progetti di scambio.

E la Regione, con oltre 16 milioni di fondi PSR 2014-2020, prospetta un avvio alla grande: i fornitori di proposte di servizio (di formazione ovviamente) si possono presentare e da subito proporre un’attività (corsi, scambi, seminari, etc).

Obiettivi della misura

Gli imprenditori agricoli non saranno mai veramente competitivi fintanto che non conosceranno la “carbon footprint” della loro attività aziendale, oppure finché non sapranno come assicurarsi ulteriore reddito attraverso la fornitura di servizi extragricoli: temi smart e innovativi che insieme a tanti altri, completano una lista di tematiche, oggetto delle attività formative che il bando della Regione Emilia-Romagna qui illustrato, vorrebbe divulgare presso il maggior numero di operatori.

Il bando appunto è stato pubblicato in questi giorni e deriva dalla Misura 01 “Trasferimento di conoscenze e azioni di informazione” e sono ammissibili al riconoscimento e al successivo sostegno proposte di servizio afferenti le attività di formazione e trasferimento della conoscenza indicate nei tipi di operazione 1.1.01 “Sostegno alla formazione professionale ed acquisizione di competenze” e 1.3.01- “Scambi interaziendali di breve durata e visite alle aziende agricole e forestali”.

Vediamo di seguito la descrizione puntuale delle due fasi: la prima che chiede ai fornitori di servizi di proporsi e di proporre un’attività di formazione e la seconda fase di richiesta di finanziamento delle stesse attività. 

Presentazione proposte di servizio

Attività ammissibili – Ogni singola proposta può offrire una sola tipologia di attività e per ciascuna della quali è definita la percentuale di sostegno, come in tab. 1.

Requisiti di ammissibilità – Per i tipi di operazione 1.1.01 e 1.3.01 il fornitore deve possedere, alla data di presentazione della proposta di servizio e della relativa istanza di riconoscimento, dei requisiti di ammissibilità come soggetto giuridico e come personale a disposizione, che sono: partita Iva; oggetto sociale (fornitura servizi formazione e/o conoscenza); sede legale nell’Ue; iscrizione Anagrafe Imprese Agricole; disponibilità di personale qualificato. A proposito del personale è necessario dimostrare di disporre di personale proprio ed essere accreditati secondo la L.R. 12/03 per “corsi di formazione” e “formazione regolamentata”.

Presentazione domanda – La presentazione della proposta di servizio e contestuale richiesta di riconoscimento dovrà avvenire esclusivamente attraverso il sistema informatico SIAG tramite il modulo “Catalogo Verde”.

È possibile presentare le proposte dalle ore 12:00 del 22 ottobre 2015 fino a:

–   31/10/2015 (approvate fine novembre 2015);

–   30/11/2015 (approvate fine dicembre 2015);

–   31/12/2015 (approvate fine gennaio 2016);

–   15/1/2016 (approvate metà febbraio 2016).

 

Presentazione proposte di servizio

Scadenza presentazione istanze di sostegno

Una volta nel Catalogo Verde, i fornitori pre¬sentano le domande di sostegno per l’attuazione dell’attività secondo la seguente tempistica:

–   tipo di operazione 1.1.01: dalle ore 12:00 del 4 dicembre 2015 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 29 febbraio 2016;

–   tipo di operazione 1.3.01: dalle ore 12:00 del 4 gennaio 2016 ed entro e non oltre le ore 12:00 del 29 febbraio 2016.

 

Criteri di ammissibilità

La selezione viene effettuata attribuendo a ciascuna istanza un punteggio, basandosi su elementi relativi alla proposta di servizio ed ai partecipanti, come indicato nella tabella n.3.

 

Riferimento legislativo

Delibera di Giunta Regionale n.1425/2015.

Per ogni chiarimento è a disposizione il sito web dedicato al link http://agricoltura.regione.emilia-romagna.it/azienda-agricola/temi/formazione-1

 

*Europe Direct Umbria Cesar

 

 Terra e Vita 41/2015 L’Edicola di Terra e Vita