Le regioni del Nord firmano un accordo sul prelievo di legno

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Le Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria

Leggi l’articolo originale Le regioni del Nord firmano un accordo sul prelievo di legno su Terra e Vita.

Un accordo importante per dare un sostegno organico alle attività del settore forestale e della filiera che trasforma e utilizza la produzione legnosa nazionale, coniugando sviluppo economico ed esigenze di tutela e sostenibilità ambientale». Così il presidente della Federazione Nazionale delle Risorse Boschive, Concezio Gasbarro, ha commentato l’accordo interregionale sul prelievo legnoso in ambito boschivo e sulla filiera del legno, sottoscritto dagli assessori con deleghe alle Politiche forestali delle Regioni Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Liguria e dalle organizzazioni nazionali di rappresentanza della filiera bosco-legno, da quelle dei proprietari forestali e dei selvicoltori fino all’industria dei semilavorati e del mobile, passando per le imprese di prima lavorazione e quelle delle biomasse per usi energetici. Il patrimonio forestale delle Regioni firmatarie dell’accordo è pari a 26.800 km2. In quest’area la risorsa legnosa è di circa 450 milioni di m3, che si accresce ogni anno di oltre il 2%, cioè più di 9 milioni di m3, mentre il prelievo medio annuo è di poco superiore allo 0,5% ovvero 2,5 milioni di m3. Questo dimostra che c’è spazio per aumentare il prelievo legnoso pur restando nei limiti di una gestione sostenibile.