Latte, ok del Governo all’origine in etichetta

web_1-IMG-20160531-WA0000-533x400.jpg

Renzi ha addirittura annunciato che il relativo decreto è già stato firmato e sottoposto alla Ue

«Con oggi ufficializziamo che l’Italia porta in etichetta l’origine del latte e dei suoi derivati». Lo ha detto il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, alla Giornata nazionale del latte italiano, manifestazione organizzata il 31 maggio a Milano dalla Coldiretti in occasione del World Milk Day della Fao, a cui ha partecipato anche il premier Matteo Renzi.

Secondo Martina «si tratta di  una tappa storica per il mondo dei produttori e degli allevatori, un passaggio necessario per garantire sempre meglio i nostri allevatori in questo momento molto difficile per la crisi del latte che sta vivendo tutta l’Europa».

Renzi ha addirittura annunciato che il relativo decreto è già stato firmato e sottoposto alla Ue: «Il decreto per l’origine del latte in etichetta è già stato firmato, non è una promessa. Ed è stato già inviato a Bruxelles ieri (il 30 maggio, ndr). Prima i fatti e poi le parole. Questa è una storia che richiama giustizia, sapere che cosa sto bevendo».

Il via libera all’obbligo di indicare in etichetta la provenienza del latte e dei derivati,  annunciato da Renzi e da Martina alla kermesse di Milano, «risponde – ha aggiunto il presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo – alle esigenze di trasparenza dei consumatori italiani. Questi nella metà dei casi sono disposti a pagare il vero Made in Italy alimentare fino al 20% in più. Ma c’è addirittura un 12% che è pronto a spendere ancora di più pur di avere la garanzia dell’origine nazionale».

Leggi l’articolo completo su Terra e Vita 22/2016 L’Edicola di Terra e Vita