LATTE. Conti definitivi di Agea: per la prima volta niente multe

flashNews.gif

Per la prima volta in 25 anni la produzione italiana di latte risulta inferiore alla quota assegnata dall’Unione europea. I dati definitivi diffusi da Agea relativi alla campagna 2009-10 indicano infatti una produzione per le consegne di 10,49 milioni di tonnellate, a fronte di un tetto imposto di 10,89 milioni. E così l’Italia non dovrebbe essere tenuta a pagare neppure un centesimo di multa, dopo che la «bolletta» accumulata dal 1985 – quando furono introdotte le quote – nel corso degli anni è lievitata oltre i 4 miliardi. Ma l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura evidenzia anche che 628 allevatori hanno superato la loro quota, con una multa da pagare di 12,4 milioni. E per questi produttori, che non hanno aderito al piano di rateizzazione in base alla legge 33, a giorni potrebbero scattare ingiunzioni di pagamento e pignoramenti di beni attraverso Equitalia. (Redazione Agrisole)


Pubblica un commento