La Pac per i giovani

giovane-600x400.jpg

Pagamento aggiuntivo e riserva nazionale anche per società

Leggi l’articolo originale La Pac per i giovani su Terra e Vita.

I giovani agricoltori percepiscono un pagamento aggiuntivo nella nuova Pac 2015-2020 e hanno diritto all’accesso alla riserva nazionale. Per entrambe queste due opportunità, è molto importante la definizione di “giovane agricoltore” e i requisiti necessari quando un giovane è insediato in una società di persone o in una società di capitali.

Insediati da meno di 5 anni

Secondo il Reg. 1307/2013 e la Circolare Agea n. 142 del 20 marzo 2015 i giovani agricoltori sono le persone fisiche che possiedono i seguenti requisiti: –   età inferiore ai 40 anni nell’anno di presentazione della domanda unica; –   si insedino per la prima volta come capo-azienda, o che si siano già insediate nei cinque anni che precedono la prima presentazione di una domanda per aderire al regime del pagamento di base. Quindi, rientrano in questa definizione gli agricoltori con meno di 40 anni che si sono insediati dopo il 15 maggio 2010. Si precisa che la definizione di “giovane agricoltore” del Reg. 1307/2013 (art. 50) non coincide con quella prevista del Reg. 1305/2013 (art. 2, lettera n), che peraltro può assumere connotazioni diverse nell’ambito dei 21 PSR nazionali.

Due vantaggi

I “giovani agricoltori” che rientrano in questi requisiti hanno due vantaggi: –   percepiscono il pagamento per i “giovani agricoltori” (vedi box e tab. 1); –   possono presentare domanda di accesso alla riserva nazionale. La definizione di “giovane agricoltore” è molto semplice nel caso in cui la natura giuridica è una persona fisica o ditta individuale. La questione si complica in presenza di una persona giuridica ovvero quando il “giovane agricoltore” si insedia in una società. Il Reg. 639/2014 (art. 49) prevede che il pagamento a favore dei giovani agricoltori è concesso a persone giuridiche indipendentemente dalla loro forma giuridica quando:

  1. a) la persona giuridica ha diritto al pagamento di base;
  2. b) un giovane esercita il controllo effettivo e duraturo sulla persona giuridica per quanto riguarda le decisioni relative alla gestione, agli utili e ai rischi finanziari per primo anno della domanda;
  3. c) almeno uno dei giovani agricoltori possiede i requisiti dell’art. 50 del Reg. 1307/2013.

Giovane e persona fisica

Nel caso di una persona fisica, il “giovane agricoltore” deve rispettare i requisiti precedenti. Per l’approfondimento vedi Terra e Vita 18/2015