La mela Crimson Snow arriva in Alto Adige

Foto_CrimsonSnow_-600x374.jpg

Il Consorzio Vog ha firmato l’accordo con Kiku Variety Management per coltivare la mela a buccia rossa su 100 ettari di terreno in Alto Adige e commercializzarla in Europa.

L’articolo La mela Crimson Snow arriva in Alto Adige è un contenuto originale di Terra e Vita.

Crimson Snow®: è questo il nome della nuova mela club che verrà coltivata su 100 ettari in Alto Adige dopo l’accordo firmato tra Kiku Variety Management, licenziataria mondiale della varietà e detentrice dei diritti del brand e il Consorzio altoatesino Vog.

Questa nuova varietà dalla buccia rossa e dalla polpa bianca, croccante e succosa presenta il giusto equilibrio tra dolcezza e acidità, ma soprattutto si caratterizza per un’alta conservabilità, dal momento che ha dimostrato una capacità di stoccaggio che può raggiungere quasi i 12 mesi senza alterare le sue caratteristiche. Per questo motivo appare decisamente interessante per la vendita nella seconda parte della stagione, momento in cui le altre varietà a buccia rossa sono poco disponibili.

L’ambiente altoatesino risulta poi essere particolarmente interessante per i licenziatari di Crimson Snow®, grazie alle sue particolari caratteristiche: «siamo in cerca- afferma allora Jürgen Braun, Ad di Kiku Variety Management- di terreni adatti alla coltivazione della nuova mela e i terreni del fondovalle coltivati dai produttori del VOG si sono rivelati particolarmente vocati. La nuova alleanza porterà un contributo significativo per il successo della nuova mela».

Per adesso il mercato di riferimento di questa mela è quello italiano ed europeo, ma proprio grazie alle sue caratteristiche di conservabilità non si può escludere a priori una sua esportazione su distanze maggiori. Convinto dell’importanza dell’innovazione nel campo della frutticoltura, il direttore del Vog Gerhard Dichgans può anche rallegrarsi della situazione del mercato: «le nuove varietà che si distinguono per caratteristiche e utilizzo si stanno dimostrando in grado di riconquistare i consumatori. In questi primi anni di commercializzazione Crimson Snow® ha già dimostrato la sua validità e dunque crediamo che ci potrà portare grandi soddisfazioni».

Attualmente in Italia sono 400 gli ettari destinati a questa nuova mela, ma l’obbiettivo è quello di raggiungere i 550 entro il 2022. Quanto alle produzioni nel 2016 si sono toccate le 4.500 tonnellate, ma si stima che non appena verranno messi a dimora tutti gli ettari, anche se non tutti in piena produzione, si potranno raggiungere le 20mila tonnellate.