La biennale Forlener si rinnova anche nella sede

SPECIALE LEGNO ENERGIA
BA_13_03_Forlener

Negli ultimi due anni, il settore delle rinnovabili termiche ha finalmente imboccato una decisa svolta grazie ai nuovi decreti ministeriali che rispettivamente con il “Conto termico” e con la riforma dei Certificati bianchi intendono dare nuovo impulso al riscaldamento dell’utenza domestica e alla produzione e miglioramento dell’efficienza energetica su scala industriale. Sebbene con diversi aggiustamenti in itinere e una dotazione finanziaria ancora non sufficiente a rispondere alle aspettative del settore, sono segnali importanti in direzione degli obiettivi di riduzione dei consumi, sostenibilità ambientale e autonomia in campo energetico.

In questo contesto il riconoscimento del ruolo strategico delle biomasse legnose, la cui potenzialità rimane ancora inespressa su gran parte del territorio nazionale, diventa ulteriormente importante per il suo legame con il tessuto produttivo e sociale del territorio. La realizzazione di filiere corte e distretti energetici nelle aree montane e di collina, dove si concentrano maggiormente boschi e foreste nazionali, rivitalizzano le economie e le comunità locali, creano nuovi posti di lavoro e favoriscono una gestione sostenibile delle risorse boschive.

In questo panorama, apparentemente roseo in termini di prospettive ma su cui la scure della recessione economica si è ugualmente abbattuta, prende le mosse la prossima settima edizione della biennale Forlener, la fiera italiana dedicata alla filiera foresta – legno – energia.

Forlener è l’unica manifestazione che mette in mostra prodotti, servizi e tecnologie secondo una logica di filiera: dalla gestione forestale, al taglio, raccolta e prima trasformazione del legno, fino alla sua valorizzazione energetica ai vari livelli di potenza, riscaldamento domestico e produzione di energia termica ed elettrica in cogenerazione.

Un moderno quartiere fieristico

Dopo le edizioni “storiche” di Biella, Forlener acquisisce una nuova sede più ampia e accogliente nel moderno quartiere fieristico di Vercelli fiere a Caresanablot (Vc) dal 27 al 29 settembre prossimi. La manifestazione, divenuta matura e accresciuta nei suoi numeri, ha trovato in Vercelli fiere la soluzione alla necessità di spazi maggiori e di una struttura che rispondesse alle esigenze logistiche di un evento di grandi portate. La fiera non abbandona il Piemonte, regione tra le più attente alla promozione della filiera energetica del legno, ma si colloca in una posizione più strategica, al centro dei principali assi viari di comunicazione da e verso il quadrante nord-ovest italiano, la Svizzera e la Francia.

La manifestazione non cambia volto, il carattere dimostrativo rimane immutato e come sempre riserva ampio spazio alle prove delle attrezzature agroforestali e all’accensione di caldaie, camini e stufe nel vasto piazzale di oltre 10.500 mq che abbraccia i 3 padiglioni. Tutti gli incontri e appuntamenti formati sono tenuti invece nel Centro congressi che comprende un auditorium da 300 posti e 3 sale conferenze di varia capienza. Il quartiere fieristico include inoltre un’ampia area parcheggio con più di 600 posti auto sotto pensiline fotovoltaiche.

Grande accoglienza e fattiva collaborazione è stata riservata all’evento da parte degli enti locali e associazioni di categoria, in primis le Amministrazioni comunali di Caresanablot e di Vercelli, la Provincia di Vercelli, la Camera di Commercio e l’Ascom di Vercelli e le Agenzie di Accoglienza e Promozione Turistica Locale della Valsesia e del Vercellese e di Biella. Una serie di iniziative culturali ed enogastronomiche faranno da corollario alla fiera, offrendo ai visitatori una rappresentazione del territorio ospitante attraverso le sue specialità.

Sponsor Tecnici Ufficiali della manifestazione sono la Claas Italia S.p.A. e la Edilnol.

A chi è rivolta la manifestazione

Forlener è una manifestazione di settore essenzialmente di tipo “B-to-C” incentrata cioè sulla relazione tra produttori/rivenditori e utenza finale. Gli utenti sono quelli che gravitano, a vario titolo, nella filiera foresta – legno – energia composta dal settore della meccanizzazione agroforestale e dal settore delle energie rinnovabili, termiche ed elettriche, da biomassa legnosa da fonte agro-forestale.

La fiera risponde all’interesse anche di quanti si stanno avvicinando al settore con la necessità di capire tutte le opportunità offerte da questa filiera energetica o chi, più semplicemente, sta pensando di realizzare un impianto per scaldare la propria abitazione con la legna, il pellet o il cippato.

Forlener è l’appuntamento per le imprese agricole e forestali che vogliono aggiornarsi sulla propria attività; grazie alla kermesse di dimostrazioni e prove pratiche di macchine e attrezzature per la lavorazione del legno, possono essere saggiate le caratteristiche operative, fatti confronti diretti, valutate la resa, la facilità d’uso, la sicurezza.

Gli “addetti ai lavori” del settore termotecnico, installatori, progettisti, energy managers, consulenti e imprese che vogliono investire nell’energia rinnovabile da legna, possono trovare in fiera un’ampia panoramica di soluzioni tecnologiche e conoscere in dettaglio tutte le opportunità degli incentivi del Conto Termico, dei Certificati bianchi e delle detrazioni Irpef per gli interventi di efficienza e risparmio energetico.

Forlener può essere l’occasione per cogliere gli stimoli giusti al fine di crearsi un’opportunità di affari nella green economy basata sulla gestione sostenibile dei boschi e delle foreste e sulla valorizzazione della risorsa rinnovabile legno.

Tutte le iniziative in programma

Per questa settima edizione, Forlener intende rispondere adeguatamente alle forti aspettative del proprio pubblico, nell’ultima edizione si sono contati oltre 22.500 persone, con un’articolata rappresentanza di aziende e marchi attivi sul mercato e con un rinnovato programma di iniziative formative e informative in collaborazione con i più autorevoli enti, associazioni e centri di ricerca e formazione italiani e stranieri.

Le principali iniziative che animeranno i tre giorni di fiera sono in dettaglio:

– le visite guidate alle dimostrazioni, con un esperto che accompagna i visitatori secondo percorsi didattici, saranno con questa edizione rinnovate e arricchite da un format più interattivo e da nuovi strumenti multimediali, a regia del media partner Compagnia delle Foreste. Sponsor tecnico logistico per le dimostrazioni è la Claas Italia S.p.A.

– la 3a edizione del Premio Innovazione Forlener dove una selezionata giuria di tecnici ed esperti di riconosciuto valore, premia e segnala al pubblico le migliori novità tecniche in fatto di qualità, resa, sostenibilità ambientale e innovazione. Cnr Ivalsa ed Enea di Saluggia cureranno rispettivamente le sezioni Meccanizzazione agroforestale e Agroenergia.

– la 2a edizione dell’iniziativa Pellet Days in collaborazione con la rivista Pelletnews: incontri con ricercatori, produttori e traders sulla certificazione, il trend di mercato, l’autoproduzione aziendale; la novità di questa edizione sarà un impianto industriale per la produzione di agripellet reso funzionante nell’area dimostrativa.

Il grande ritorno dello Stihl Timbersports, l’avvincente show di atleti boscaioli che gareggiano in prove di forza e agilità.

Le dimostrazioni di antincendio boschivo a cura degli AIB (Antincendio Boschivo) di Biella e gli interventi di primo soccorso nei principali casi di infortuni e incidenti di chi lavora in bosco.

I tour agli impianti a biomassa legnosa già realizzati nel territorio piemontese.

La sezione convegnistica

Particolarmente ricca e articolata è la parte destinata all’approfondimento scientifico e al confronto di idee, sviluppata attraverso convegni, incontri pubblici, workshop e altri momenti formativi.

L’Enea di Saluggia, propone un convegno nazionale “Bioenergie al 2020: la ricerca Enea con due sessioni, “Enea per le biomasse” e Ricerca e sviluppo” che fa il punto della situazione della ricerca nazionale condotta assieme ai principali atenei italiani. Sempre a cura di Enea sono in calendario al mattino e al pomeriggio dei focus tematici sia per operatori di settore sia per il pubblico sui principali temi legati all’energia da legno: tipologia di apparecchi, criteri di scelta, costi di gestione, incentivi.

L’Uncem del Piemonte, ente molto attento alla valorizzazione dei territori boschi regionali, intende sviluppare in fiera il tema delle “grandi energie della montagna”, tradotto nella creazione di distretti energetici autonomi per le vallate alpine e appenniniche; un appuntamento dove sono attesi gli amministratori dei 553 Comuni montani piemontesi e delle 22 Comunità montane che si stanno trasformando in Unioni montane di Comuni.

L’istituto di ricerca Cra – Plf di Casale Monferrato (ex-Istituto di Pioppicoltura) propone invece una giornata dedicata alla filiera legno energia di pianura con la possibilità di partecipare a una visita guidata, pullman in partenza dalla fiera, alla sede dell’istituto dove saranno effettuate delle prove in campo con macchine speciali per le colture a fini energetici.

L’Anfus, l’associazione nazionale dei fumisti e spazzacamini, fa il punto della situazione sulla qualifica professionale dell’installatore, tema molto sentito e dibattuto tra gli operatori, organizzando, inoltre, dei momenti dimostrativi indirizzati a tecnici installatori e manutentori.

L’Ordine degli Agronomi e Forestali del Piemonte tiene un importante incontro sugli incentivi alle energie termiche, primo fra tutti le novità del cosiddetto “Conto termico”, e le opportunità per le aziende agricole, nella fattispecie quelle dotate di serre climatizzate, di installare di generatori di calore a biomassa.

La Scuola Agraria del Parco di Monza, in collaborazione con Regione Piemonte, Aifor e Ipla presenta tre interessanti seminari dedicati all’uso delle gru a cavo nei cantieri forestali, al treeclimbing in ambito forestale e alla certificazione Efesc.

A cura della Direzione Opere pubbliche, Difesa del suolo, Economia montana e foreste della Regione Piemonte, sono previsti alcuni incontri sullo stato di attuazione del Programma Attuativo Regionale del Fondo di Sviluppo e Coesione 2007-2013 (PAR FSC) – Sviluppo della filiera foresta legno energia, sull’esame del Psr 2007-2013 e sulle prospettive del prossimo Psr 2014-2020. Presso lo stand della Regione Piemonte, per tutta la durata della fiera, sarà inoltre attivo uno speciale Sportello Forestale, per avvicinare il cittadino e il professionista alle tematiche relative alla gestione del bosco e del territorio.

Il programma prevede anche alcune tavole rotonde sul tema della formazione professionale curate da Areb Piemonte (Associazione Regionale Boscaioli) e Conaibo (Coordinamento Nazionale delle Imprese Boschive), sulla gestione sostenibile delle foreste attraverso le certificazioni e le catene di custodia targate Pefc e Fsc, alla manutenzione e installazione degli impianti di riscaldamento domestico, ai nuovi incentivi per le energie termiche.

Le occasioni per “saperne di più” sono anche indirizzate al pubblico di curiosi interessati al risparmio energetico e alla convenienza di scaldare casa con la legna, scegliendo la tecnologia migliore, con un occhio agli incentivi e ai finanziamenti esistenti. Tutte le curiosità troveranno risposta negli info point tematici in fiera e presso gli stand di aziende, enti e associazioni di categoria.n

Per informazioni: www.forlener.it, anche su Facebook e Youtube. – Segreteria organizzativa Tel. 041.928672 – segreteria@forlener.it

Allegati

La biennale Forlener si rinnova anche nella sede

Pubblica un commento