Irrigazione di precisione a rateo variabile

01-getto-al-lavoro-600x174.jpg

Il principio è ambizioso e semplice: distribuire l’esatta quantità di acqua richiesta in base alla mappa di vigore vegetativo, alle differenti composizioni del suolo, al tipo di coltura e all’andamento climatico.

Leggi l’articolo originale Irrigazione di precisione a rateo variabile su Terra e Vita.

mappa_irrigazione

mappa irrigazione

  Al fine di dare una risposta concreta, chiara e convincente, tre aziende leader nei loro rispettivi settori: Casella Macchine Agricole (costruttore diretto di irrigatori semoventi, gruppi motopompa, interratori liquame, spandiconcime, ecc. e rivenditore affermato dei migliori brand agricoli), Appleby (elettronica industriale avanzata) e Studio Terradat (studio di ingegneria per rilievo e analisi di dati ambientali per agricoltura di precisione), hanno creato TEAM (Tecnologie Evolute per l’Agricoltura Meccanizzata), un marchio con cui indicare un raggruppamento di imprese che si pone come finalità quello di passare dalle parole ai fatti nel campo delle applicazioni di agricoltura precisione. Per farlo è appunto necessario essere un TEAM, perché la multidisciplinarietà richiesta in tale ambito non può risiedere in una sola organizzazione, e perché l’effettivo avvio di questo mercato richiede di mettere a punto, in TEAM, soluzioni complete “chiavi in mano” (mappe + attrezzatura + elettronica) che racchiudano in sé l’alta tecnologia dell’agricoltura di precisione e la semplicità di utilizzo che facilita il lavoro del cliente finale. Questa ambizione è già diventata una consolidata realtà con il sistema di irrigazione Hydro Sat.

mappa_multispettrale

mappa multispettrale

Il primo passo è l’acquisizione di mappe georeferenziate tramite immagini multispettrali rilevate da drone o da satellite. Le mappe sono molteplici e riguardano in primis il vigore vegetativo della coltivazione e l’analisi della composizione del suolo della zona da irrigare. Dall’unione di questa mappe viene elaborata una mappa di irrigazione per ogni singola cella (che corrisponde ad una piccola porzione di terreno di 5×5 metri) che prescrive univocamente la quantità di acqua richiesta dalla cella stessa. Queste mappe, dal 2015, sono anche acquisibili dal nuovo e innovativo sensore SMART-SMILEY progettato e brevettato dal gruppo TEAM. Il sensore è sviluppato specificamente per la caratterizzazione dello sviluppo vegetativo e del micro-ambiente di colture a campo aperto in fila (pomodoro, mais, ecc.) o di colture in filare (vigneti, frutteti, ecc.) e viene montato direttamente sul trattore. Questo sensore produce in tempo reale delle mappe tematiche con dettaglio superiore a quelle acquisite da drone o satellite, mappe che l’utente finale può gestire in completa autonomia, grazie a un intuitivo software, in modo da produrre programmi di lavoro per attività di agricoltura di precisione a rateo variabile (spandiconcime, spandiletame/compost, irrigazione, interramento liquami e digestati, barre da diserbo, raccoglitrici, ecc.).

computer

computer

Acquisite le mappe, per quanto concerne l’irrigazione a pioggia, il sistema Hydro Sat è caratterizzato da:

  • una centralina di controllo, montata sull’irrigatore, sulla quale vengono immagazzinate le mappe di prescrizione dell’irrigazione; questo computer di bordo, grazie a un software appositamente studiato, gestisce ed elabora le varie mappe di prescrizione e i relativi collegamenti con i riferimenti GPS. Inoltre permette la visualizzazione di tutte le variabili del sistema, quali le coordinate satellitari, la portata di acqua, la gittata del getto, la pluviometria e la media calcolata della velocità di rientro del carrello;
  • una piattaforma satellitare GPS montata sul getto rileva la posizione del getto stesso e la trasferisce tramite un radiomodem al computer montato sull’irrigatore. Questa piattaforma GPS ha autonomia energetica grazie a due pannelli solari.

Impostato il programma di gestione, il computer provvede a regolare la velocità di rientro del carrello portagetto dell’irrigatore in base alle necessità specifiche delle parcelle interessate dall’irrigazione: mentre rientra il getto, le parcelle da irrigare cambiano; il sistema riconosce le nuove parcelle, ricalcola la nuova media in tempo reale, modula in continuo la velocità di rientro adattandola alla prescrizione richiesta dalla mappa. Hydro Sat permette quindi di irrigare dove serve, utilizzando la quantità di acqua che serve. La soluzione più spinta del sistema Hydro Sat prevede l’elaborazione di mappe di prescrizione per fertirrigazione differenziata a seconda dell’esigenza delle singole parcelle. Una speciale apparecchiatura opportunamente integrata nella gestione automatica, distribuisce, nelle zone richieste e in modo differenziato, acqua arricchita della quantità prevista e fertilizzante. Casella Macchine Agricole, con l’indispensabile collaborazione di Appleby e Terradat, è in grado di fornire alla sua clientela un sistema di irrigazione di precisione a rateo variabile completo in ogni sua parte, che da’ la risposta definitiva al risparmio idrico e alla corretta distribuzione della primaria risorsa vitale: l’acqua.

getto

getto

  Visitate il nostro sito: www.casella.it