Ilsa rinnova il marchio e cresce nelle tecnologie green

Presentato il nuovo marchio e il pay-off. The green evolution

3d2377e4-e295-4875-89ed-5eeee608170e

Ilsa si presenta da oggi con un nuovo marchio a testimoniare la sua evoluzione verso biotecnologie ancora più evolute. Dall’estrazione di molecole vegetali purissime, utilizzando tecnologie mutuate dal settore farmaceutico e alimentare, fino all’imminente raddoppio dei nuovi impianti di produzione di liquidi,  ecco le ultime tappe di un percorso che ha spinto l’azienda a darsi una nuova veste e a dismettere lo slogan “Agrotecnologie”, dopo due decenni di utilizzo.

Il vecchio pay-off viene sostituito dal nuovo “The green evolution”.

I nuovi prodotti vegetali, estratti con metodi unici al mondo, permettono oggi all’azienda di estendere il  business ai settori della nutraceutica e della cosmesi, necessario quindi esprimere la nuova filosofia aziendale con un pay-off che non si limiti ad evocare il solo settore agricolo.

E’ ormai prossima la realizzazione dei nuovi impianti di estrazione e di idrolisi enzimatica dedicati esclusivamente alle linee vegetali. Le nuove linee produttive permetteranno ad Ilsa di differenziare il business e di incrementare la produzione di biostimolanti e prodotti ad azione specifica in grado di agire sul metabolismo secondario delle piante.
La nuova linea di prodotti di origine vegetale sarà denominata VIRIDEM.
Le nuove tecnologie permettono di estrarre da diverse fonti vegetali (per esempio le fabaceae) molecole che, mantenute integre, sono in grado di fortificare le colture e aumentare la loro resistenza allo stress.
Nessun altro operatore del settore è oggi in grado di realizzare prodotti di questo tipo. Per questi prodotti speciali, Ilsa si sta dotando di una rete nuova ed esclusiva di agenti-consulenti.

Estrarre molecole vegetali purissime per realizzare prodotti speciali, altamente efficienti sulle piante, è stato il fil rouge della filosofia operativa Ilsa negli ultimi 22 anni . Lungi dall’essere un cambiamento improvviso, è invece una evoluzione in atto dal 1993, anno in cui Ilsa inaugura il suo primo impianto di idrolisi enzimatica e dà il via a lunghi progetti di ricerca nel campo delle biotecnologie e della biostimolazione, con l’obiettivo, raggiunto nel 2013, di inserire in legge e presentare al mondo agricolo i primi prodotti di questa innovativa famiglia.

L’azienda, nata nel 1956, è oggi più innovativa che mai, avendo maturato le competenze necessarie per raccogliere le sfide dell’agricoltura moderna che deve soddisfare la crescente domanda di derrate agricole, senza pregiudicare l’ambiente.  I dati di bilancio registrano nel 2014 un aumento del fatturato dovuto soprattutto all’ espansione estera e l’anno trascorso si è concluso con il riconoscimento del premio  Product Stewardship conferito ad Ilsa da  Federchimica, per l’analisi di impronta ambientale di organizzazione e di prodotto.


Pubblica un commento