Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

PREZZI E MERCATI
lattuga_insalata_primo_piano

Nell’offerta dei prodotti ortofrutticoli bio continuano a mancare gli ortaggi a foglia e in particolare le lattughe.
Questa settimana è inoltre da segnalare anche come l’offerta di pomodori ciliegini sia estremamente limitata – dalla Commissione non è quindi stata effettuata la quotazione.
Fra gli ortaggi poco proposti, ma richiesti, ci sono anche i sedani.
Da notare l’arrivo di patate dall’estero – è stata effettuata la prima quotazione stagionale mentre è stata sospesa quella delle novelle.
In leggero aumento (+10 cent kg) le zucchine scure. Esordio per le mele Royal Gala, e prima quotazione anche per l’uva bianca cv Vittoria.

Allegati

Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

Pubblica un commento


Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

ortaggi_cassetta.jpg

Le quotazioni dei prodotti ortofrutticoli bio rimangono ben stabili.
Il mercato interno è recettivo, le esportazioni hanno avuto una flessione stagionale dovuta alla minore offerta di prodotti orticoli verso i mercati del Nord Europa – il tono del commercio verso l’estero rimane comunque buono. La riunione della Commissione di Borsa ha fatto notare poche variazioni, in linea con quanto visto delle ultime settimane. In leggero aumento il prezzo dei cetrioli (+10 cent kg), in diminuzione il prezzo delle fragole dal Nord Italia – l’offerta dal Sud è definitivamente terminata.
Per gli ortaggi si nota in genere una notevole stabilità ivi compresi gli ortaggi a foglia (i prezzi delle insalate sono sempre molto alti). Esordio per le albicocche – il prezzo rispetto ai migliori prodotti di primizia da agricoltura convenzionale non presenta uno scarto elevato. Rimangono stabili prodotti di stagione come i meloni, anche se l’offerta è in aumento e proviene da più regioni anche del Centro e Nord Italia. Fermi i prezzi delle residue partite di mele.

Allegati

Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

Pubblica un commento


Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

mele_fuji.jpg

Le contrattazioni di prodotti ortofrutticoli bio sono state contrassegnate dalla – si può dire – consueta regolarità.
Ancora in ribasso gli asparagi, il calibro 10/16 ha fatto segnare una contrazione delle quotazioni di mezzo euro per kg – la diminuzione è comunque da definire normale in questo periodo stagionale. Lo stesso si può affermare per le lattughe: anche in questo caso vi è stata un’ulteriore diminuzione ma di entità minore (circa 10 cent per kg). I pomodori insalatari sono tornati sui mercati con partite consistenti, le quotazioni appaiono elevate anche per effetto della mancanza di pomodori rossi a grappolo (presenti in maniera esigua – non si è proceduto alla quotazione). Dieci cent kg in meno anche per le zucchine scure medie.
Stabile il mercato della frutta: ricercate le mele di qualità migliore – per esempio le Fuji di buona qualità 70/75 si vendono bene all’ingrosso anche a 1,90 euro kg. Le pere sono totalmente di provenienza argentina e peraltro di non facile reperimento.
 

Visualizza la tabella delle quotazioni (10 maggio)

Allegati

Il Borsino dell’Ortofrutta Biologica

Pubblica un commento

New Business Media © 2017 New Business Media Srl. Tutti i diritti riservati.
Sede legale Via Eritrea 21 - 20157 Milano | Codice fiscale, Partita IVA e Iscrizione al Registro delle imprese di Milano: 08449540965
css.php