Francia, legge anti-spreco nella gdo

Food Waste

E l’Italia mette in pista un ddl che premia i virtuosi

Leggi l’articolo originale Francia, legge anti-spreco nella gdo su Terra e Vita.

In Francia è legge la lotta allo spreco di prodotti alimentari. La norma impedirà alla gdo di buttare nella spazzatura cibo ancora commestibile, rendendo un obbligo donare i prodotti in eccesso alle mense e alle associazioni non-profit. La legge prevede che le strutture con una superficie maggiore di 400 metri quadrati non possano smaltire i prodotti ancora commestibili come rifiuti, ma devono essere donati ad associazioni di beneficenza. Per far rispettare questa disposizione è stato previsto un sistema sanzionatorio per scoraggiare le violazioni: 400 € per chi non rispetterà la legge. La sanzione non è eccessiva, ma è pur sempre un inizio. I supermercati avranno tempo fino al 1° luglio 2016 per accordarsi con le associazioni di beneficenza. I prodotti invenduti non saranno solo destinati ai meno fortunati, ma anche alla realizzazione di mangimi animali e compost per l’agricoltura. L’obiettivo fissato dalla legge francese è quello di dimezzare gli sprechi alimentari entro il 2025, e prevede addirittura un programma di educazione alimentare anti-spreco fin dai primi anni di scuola. L’esempio francese, primo in Europa in materia di limitazione degli sprechi, ha riacceso l’attenzione su questo problema anche in Italia. Un ddl con primo firmatario il deputato Maria Chiara Gadda (Pd), già stato presentato alla Camera dei Deputati il 17 aprile 2015, è stato subito ripreso e assegnato all’esame preliminare della Commissione l’11 giugno 2015 subito dopo l’approvazione della norma gemella francese. Tra i punti salienti della normativa vi è l’ampliamento della platea dei soggetti perché…vai all’articolo completo (e commentato)  su L’Edicola di Terra e Vita